Miele di Importazione e Miele Italiano

L’importazione di miele, soprattutto di dubbia qualità, è una tematica scottante. La vendita di miele estero, a prezzi stracciati, mette in difficoltà i produttori locali, che faticano a concorrere contro i prezzi della grande distribuzione. Ma qual è la situazione attuale del mercato?
Miele di <clr>Importazione</clr> e Miele <clr>Italiano</clr>

PROTEGGIAMO LE API

Il mercato del miele in Italia e nel mondo

L’apicoltura italiana registra una costante diminuzione della produzione apistica. Tuttavia, in Italia dal 2015 al 2019 la spesa per gli acquisti domestici di miele è cresciuta dell’8,8% a fronte di un incremento del 4% dei volumi (Dati ISMEA,2020). A livello europeo l’Italia è il quarto paese per numero di alveari (1,6 milioni). Segue infatti Spagna (3 milioni di alveari), Romania e Polonia (rispettivamente 2 e 1,7 milioni di alveari). A livello mondiale, la Cina domina il mercato con 543 mila tonnellate prodotte, circa il 29% della produzione mondiale. È seguita dalla Turchia con 114 mila tonnellate (11% la sua quota mondiale).

Miele cinese: vero o falso?

In controtendenza rispetto all’Europa, in Cina l’aumento della produzione è costante. Questo le ha consentito di diventare il maggior importatore in Europa con 80.000 tonnellate. Negli USA migliaia di apicoltori hanno intrapreso azioni legali contro i maggiori importatori, accusandoli di vendere miele contraffatto. Anche l’Honey Authenticity Project, organizzazione che lotta contro la contraffazione del miele, denuncia che l’aumento delle importazioni della Cina a seguito di un lieve aumento degli alveari è un campanello di allarme. Si stima che circa un terzo delle importazioni mondiali di miele potrebbe essere contraffatto. E la qualità? Indagini condotte da Test-Achats, associazione dei consumatori belgi, evidenziano che molti dei nettari analizzati sono stati surriscaldati. Sistema usato per dare omogeneità a miscugli di qualità diverse di miele. Altro problema è la presenza di residui di antibiotici in due terzi dei campioni, farmaci vietati in Europa.

Controlli coordinati a livello europeo

Dal 2015 la Commissione europea ha avviato un piano di controllo coordinato al fine di evitare la diffusione di miele adulterato sul mercato unico. Da allora, sono state effettuate numerose verifiche in modo da evitare casi di possibile frode nel settore del miele. Oltre il 30% riguardavano solo la Cina. Infine, un dazio del 17,30% è stato introdotto per tutte le importazioni in Europa di miele dalla Cina. Paolo De Castro, presidente pro-tempore della Commissione agricoltura del Parlamento europeo rende noto che “...la Commissione europea non intende abbassare la guardia sulla conformità del miele importato in Europa, in particolare dalla Cina, nel rispetto degli elevati standard di qualità che i nostri apicoltori devono rispettare ogni giorno con fatica e costi, a vantaggio di tutti noi consumatori..."

Importazioni di miele in Italia

Nel 2020 l’Italia ha importato ventimila tonnellate di miele superando la produzione interna di circa tremila tonnellate, comunque in aumento del 13% rispetto ai dati (pessimi) del 2019. Importante è quindi incoraggiare la produzione locale, molto diversificata e di alta qualità. In alternativa, ci si può orientare verso paesi che presentano standard qualitativi più alti e una maggiore sicurezza alimentare. L’Italia è in ogni caso tra i Paesi leader di settore, con più di 1,6 milioni di alveari (in aumento nell’ultimo anno del 7,5%), cifra che colloca il nostro Paese al quarto posto a livello europeo (dietro a Spagna, Romania e Polonia).

Programmi per tutelare la produzione nazionale

Per contrastare la crescente importazione di miele estero e di scarsa qualità è sì necessario un intervento istituzionale, ma sono sorte anche iniziative locali per la valorizzazione del prodotto miele. Una fra queste è Adotta un alveare 3Bee. Questo progetto mira a far conoscere le realtà apistiche italiane, anche di piccole dimensioni, a un bacino di clientela nazionale e anche europeo. L’apicoltore dotato dei sistemi di monitoraggio da remoto 3Bee può mettere il proprio profilo online sulla piattaforma di vendita e far conoscere il suo miele locale e di qualità a tutti. Questo permette di conoscere più a fondo le realtà apistiche italiane e la grande varietà di produzione di miele della penisola. Valorizzando al massimo il prodotto nazionale si può aumentare la consapevolezza del consumatore, guidandolo nelle sue scelte di acquisto e preservandolo da un prodotto sì di prezzo in

Tipologie di Miele

Sono oltre 50 le tipologie di miele che il territorio italiano offre. Da Nord a Sud si possono trovare molte tipologie di piante e fiori, da cui le api raccolgono polline e nettare. Il miele è un vero simbolo di biodiversità. Le tipologie sono diverse, dai mieli più conosciuti come il miele di acacia, il miele di castagno, il miele di tiglio, per poi passare a mieli più rari, come miele di lavanda, miele di santoreggia, trifoglio e molti altri.

Di Elena 3BeeOctober 8th, 2021Condividi

Lo raccontano gli apicoltori 3Bee

Apicoltore

MARIA BERTERA

Apicoltore

Alessandro Maschietto

Apicoltore

Luca Allegri

Apicoltore

Federico bertoncini

Adotta un alveare

Alveare GioveLe Colonie, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione ott 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione ago 2023
Alveare GioveLe Colonie, Lombardia
Re delle api
34.99 €33.20 €
Spedizione ott 2023
Alveare PlutoneLe Colonie, Lombardia
Re delle api
69.99 €66.50 €
Spedizione ott 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione apr 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione dic 2023
Alveare PlutoneLe Colonie, Lombardia
Re delle api
24.99 €
Spedizione ott 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione apr 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione apr 2023
Alveare 74965Over Trees, Lombardia
Re delle api
12.00 €9.60 €
Spedizione --

Gli ultimi articoli

Greta Thunberg

Arresto di Greta Thunberg: carbone e impollinatori

In questo articolo analizzeremo i motivi che hanno portato all’arresto di Greta Thunberg, i danni causati dalle miniere di carbone agli impollinatori e la sua influenza nei confronti del movimento ambientalista.

Leggi l'articolo>
amazzonia

Foresta amazzonica: rigenerare per evitare il Tipping Point

In questo articolo analizzeremo i nuovi studi sullo stato della foresta amazzonica e sull'assorbimento di CO2, daremo uno sguardo ai comportamenti delle principali potenze e forniremo gli esempi 3Bee su come monitorare e rigenerare la biodiversità di un territorio fortemente in declino.

Leggi l'articolo>
3Bee partner del fantasanremo

3Bee collabora con Fantasanremo: punti per la sostenibilità

3Bee e Fantasanremo si sono uniti per creare una partnership unica che contribuirà a promuovere la sostenibilità a Sanremo. La collaborazione nasce per analizzare e supportare i punti assegnati alle vere azioni di sostenibilità ambientale. 3Bee sarà l'occhio critico sulla sostenibilità.

Leggi l'articolo>
api cambiamento climatico

Gennaio di fuoco: gli effetti del cambiamento climatico

Gennaio è stato un mese particolarmente infuocato in molte parti del mondo. Questo fenomeno è stato collegato dagli scienziati al cambiamento climatico. Molte aree del mondo stanno affrontando incendi, siccità e alluvioni più frequenti e intensi, mettendo a rischio ecosistemi e impollinatori.

Leggi l'articolo>
Polli sostenibili davanti alla porta di casa, polli da giardino

La carne di pollo può essere davvero sostenibile?

La carne di pollo può far parte di una dieta sostenibile? Esploriamo assieme sostenibilità della carne. Analizziamo nel dettaglio la sostenibilità ambientale, sociale ed etica. Spesso si parla di sostenibilità senza analizzare a fondo quali sono i metodi che occorre per valutarla.

Leggi l'articolo>
tasso del miele

L'animale più temibile: tutti i segreti del tasso del miele!

Tutti amano gli animali, ma alcuni possono essere più temibili di altri. Il tasso del miele, noto anche come ratel, è uno degli animali più temibili del pianeta. Sono impavidi e implacabili e sono noti per essere in grado di abbattere animali molto più grandi di loro.

Leggi l'articolo>

PROTEGGIAMO LE API