Sustainability Manager e il suo ruolo nell’impresa

    Il Responsabile della sostenibilità ha un ruolo centrale in ogni impresa impegnata a seguire la direzione tracciata dagli aspetti ESG – Environmental, Social, Governance. Capiamo quali vantaggi può apportare all’organizzazione il Sustainability Manager.
    Sustainability Manager e il suo ruolo nell’impresa

    PROTEGGIAMO LE API

    Sostenibilità

    Chi è il Sustainability Manager

    Il Sustainability Manager è una figura professionale inserita nelle aziende che abbracciano la tematica della sostenibilità e intendono evolversi per acquisire un vantaggio competitivo nel mercato. Il futuro delle imprese si costruisce facendo più attenzione all’impatto sociale e ambientale generato dalle attività produttive. Richiede l’adozione di strategie sostenibili e responsabili per incoraggiare clienti, stakeholder e dipendenti a rimanere fedeli all’azienda. A tal fine occorre migliorare la performance aziendale avvalendosi di figure professionali preparate e capaci di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità prefissati.

    Responsabile della sostenibilità

    Il ruolo del Responsabile della sostenibilità

    Il Responsabile della sostenibilità deve garantire la conformità dell’azienda alle normative ambientali, energetiche e di sicurezza. Ha l’onere di ideare politiche e iniziative sostenibili, di raggiungere obiettivi qualitativamente performanti e di stimolare la sensibilizzazione alla sostenibilità all’interno e all’esterno dell’azienda. La figura professionale del Sustainability Manager è poliedrica e trasversale occupandosi della gestione dell’impatto che l’organizzazione ha dal punto di vista sociale, ambientale ed economico. Va ben oltre l’impresa di realizzare obiettivi teorici. Deve garantire l’attuazione pratica dei principi di sostenibilità nell’azienda stessa.

    Come svolge i propri compiti

    Per permettere all’azienda di mettere in atto principi di sostenibilità, il Sustainability Manager deve essere in grado di redigere piani di sostenibilità, individuare aree di investimento, effettuare una rendicontazione tramite KPI (indicatori chiave di prestazione) misurabili. Avere una figura professionale che adotti in modo organico questi strumenti significa puntare in direzione del successo aziendale e dimostrare agli stakeholder nonché ai clienti il contestuale impegno sia sul piano economico che di sostenibilità. A tal proposito ricordiamo l’importanza del report di sostenibilità, un documento incentrato non solo sui risultati finanziari ma anche sugli impatti ecologici dell’attività imprenditoriale. Prevede degli standard da raggiungere, indicatori necessari per la valutazione delle prestazioni aziendali basati su soglie di sostenibilità universali e in questo contesto 3Bee si presenta come partner ideale.

    Competenze responsabile della sostenibilità

    Le competenze del Responsabile della Sostenibilità

    Dal Sustainability Manager dipende la gestione dell’impatto sociale, ambientale ed economico di un’organizzazione. La figura deve possedere competenze manageriali e tecniche, sociali, di comunicazione e relazionali. Deve avere le capacità di elaborare una roadmap strategica con predisposizione alla Gap Analysis per definire le strategie da perseguire al fine di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. La rendicontazione è tra i suoi compiti e a tal fine deve predisporre e coordinare attività che parlino del ruolo nella società dell’azienda – come il Bilancio sociale. Contemporaneamente ha il compito di coordinare le attività di certificazione di prodotto o sistemi di gestione nonché di individuare e implementare azioni per migliorare la sostenibilità ambientale e sociale, la conformità alle normative nazionali e internazionali collaborando con altri enti interni.

    Obiettivi sostenibilità

    Attività e obiettivi che definiscono la figura

    Le attività in cui è coinvolto il Manager della sostenibilità prevedono l’organizzazione di meeting periodici con i vari responsabili di funzione. Lo scopo è mappare costantemente i processi e individuare le aree di miglioramento in ambito di sostenibilità e di Corporate Social Responsability. Si sottolinea ancora una volta l’importanza del far conoscere agli stakeholder, ai clienti e ai dipendenti il senso di responsabilità dell’impresa che guida il business a livello economico e sociale. Il Sustainability Manager, poi, supporta e crea contenuti nell’ambito della funzione marketing, il ponte tra organizzazione e il mercato di riferimento. Infine, deve integrare nella strategia aziendale piani di allineamento all’Agenda 2030 e ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’ONU nel 2015.

    Figura poliedrica

    Una figura poliedrica e trasversale

    Inserire la figura del Responsabile della sostenibilità nella propria azienda non deve essere visto unicamente come un modo per adempire alle normative, assegnando alla figura l’ownership del report per ricoprire varie funzioni aziendali – marketing, finanza, comunicazione, relazioni esterne. Il ruolo è ben più ampio come dimostrato dal gran numero di Sustainability Manager che nel tempo diventano Chief Sustainability Officer, professionisti incaricati di monitorare le prestazioni dell’organizzazione e che riferiscono direttamente al vertice dell’azienda come altre figure di top management. Il Manager della sostenibilità è un manager di risorse che deve integrare diverse competenze e specializzazioni attraversando ogni ruolo dell’impresa. È un profilo ibrido, capace di coniugare competenze specialistiche e trasversali come quelle legate agli aspetti ESG. Da qui la necessità di una comunicazione efficiente e assertiva per coinvolgere negli obiettivi di sostenibilità tutto il personale.

    I vantaggi per l’azienda

    I vantaggi dell’inserimento in azienda della figura del Responsabile della sostenibilità sono molteplici. Intraprendere un percorso aziendale volto alla sostenibilità significa puntare a benefici economici grazie ad un più proficuo dialogo con gli stakeholder, ad un migliore accesso ai finanziamenti, all’aumento dei ricavi e dell’efficienza dei costi. La vostra azienda otterrà vantaggi organizzativi e di Governance con mitigazione dei rischi, attrazione dei talenti, engagement dei collaboratori. Il posizionamento sul mercato sarà migliore così come la reputazione aziendale e si potrà godere di maggiore visibilità. Il Brand punterà verso il successo, dunque, grazie anche alle competenze e al lavoro del Sustainability Manager.

    L'importanza della formazione continua

    La formazione continua è fondamentale per il Sustainability Manager e per tutti i professionisti che lavorano nell’ambito della sostenibilità. 3Bee viene in aiuto delle aziende con il primo corso di formazione online per i professionisti della sostenibilità: Pillole dall’Oasi - la Digital Academy di 3Bee. Si tratta di un corso online ideato per fornire ai referenti aziendali gli strumenti adatti ad affrontare i temi legati al mondo della CSR. Possono parteciparvi manager e team della sostenibilità con lo scopo di acquisire nuove conoscenze e migliorare le proprie competenze. Le tematiche sono in continua evoluzione e allo stesso tempo sempre più richieste. La formazione sui temi della sostenibilità infatti non è facoltativa, ma una necessità.

    Richieste degli stakeholder

    Le richieste da accontentare

    Gli investitori istituzionali considerano i fattori ambientali, sociali e di Governance nel processo della scelta di un investimento (86%). Un cliente su due preferisce pagare di più per comprare prodotti e servizi sostenibili. I dipendenti considerano la sostenibilità quando devono esprimere l’apprezzamento nei confronti dell’azienda per cui lavorano in ottica di Employee Net Promoter Score. Tre protagonisti del business – stakeholder, clientela e dipendenti – chiedono il rispetto per l’ambiente e la società e la loro richiesta dovrà essere accontentata formando personale che si inserisca in maniera efficiente in un contesto in continua evoluzione

    Digital Academy

    Pillole dall’Oasi - La Digital Academy di 3Bee

    Pillole dall'Oasi: la Digital Academy di 3Bee per i Professionisti della Sostenibilità è un percorso formativo composto da 12 lezioni e moduli che toccano svariati argomenti, realizzato in collaborazione con Neutralia e Italian Tech Academy. La crisi climatica, la perdita della biodiversità, gli aspetti ESG, le strategie per far diventare la sostenibilità un fattore di successo dell’azienda. I moduli saranno presentati da 23 esperti appartenenti al mondo della ricerca, dell’innovazione, del business e della finanza. Un'opportunità non solo formativa, ma di ingresso in una community esclusiva per ricevere aggiornamenti mensili sulle novità del mondo della sostenibilità. Vuoi rendere tangibile l'impegno verso la salvaguardia dell'ambiente e assicurare la migliore formazione ai tuoi collaboratori?



    Articolo curato da Valentina Trogu

    Di Elena Fraccaro6 ottobre 2023
    Visualizzazioni278Visualizzazioni
    Condividi

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti

    Chi è il Sustainability Manager?

    Il Sustainability Manager è una figura professionale inserita nelle aziende che abbracciano la tematica della sostenibilità e intendono evolversi per acquisire un vantaggio competitivo nel mercato. Il futuro delle imprese si costruisce facendo più attenzione all’impatto sociale e ambientale generato dalle attività produttive. Richiede l’adozione di strategie sostenibili e responsabili per incoraggiare clienti, stakeholder e dipendenti a rimanere fedeli all’azienda. A tal fine occorre migliorare la performance aziendale avvalendosi di figure professionali preparate e capaci di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità prefissati.

    Quali competenze deve avere il Responsabile?

    La figura deve possedere competenze manageriali e tecniche, sociali, di comunicazione e relazionali. Deve avere le capacità di elaborare una roadmap strategica con predisposizione alla Gap Analysis per definire le strategie da perseguire al fine di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. La rendicontazione è tra i suoi compiti e a tal fine deve predisporre e coordinare attività che parlino del ruolo nella società dell’azienda – come il Bilancio sociale. Contemporaneamente ha il compito di coordinare le attività di certificazione di prodotto o sistemi di gestione nonché di individuare e implementare azioni per migliorare la sostenibilità ambientale e sociale, la conformità alle normative nazionali e internazionali collaborando con altri enti interni.

    Quali sono i vantaggi per l'azienda?

    I vantaggi dell’inserimento in azienda della figura del Responsabile della sostenibilità sono molteplici. Intraprendere un percorso aziendale volto alla sostenibilità significa puntare a benefici economici grazie ad un più proficuo dialogo con gli stakeholder, ad un migliore accesso ai finanziamenti, all’aumento dei ricavi e dell’efficienza dei costi. La vostra azienda otterrà vantaggi organizzativi e di Governance con mitigazione dei rischi, attrazione dei talenti, engagement dei collaboratori. Il posizionamento sul mercato sarà migliore così come la reputazione aziendale e si potrà godere di maggiore visibilità. Il Brand punterà verso il successo, dunque, grazie anche alle competenze e al lavoro del Sustainability Manager.

    Cos'è Pillole dall'Oasi?

    Pillole dall'Oasi è la Digital Academy di 3Bee per i Professionisti della Sostenibilità. Un percorso formativo composto da 12 lezioni e moduli che toccano svariati argomenti, realizzato in collaborazione con Neutralia e Italian Tech Academy. La crisi climatica, la perdita della biodiversità, gli aspetti ESG, le strategie per far diventare la sostenibilità un fattore di successo dell’azienda. I moduli saranno presentati da 23 esperti appartenenti al mondo della ricerca, dell’innovazione, del business e della finanza. Un'opportunità non solo formativa, ma di ingresso in una community esclusiva per ricevere aggiornamenti mensili sulle novità del mondo della sostenibilità.

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API