Quando il turismo sostenibile abbraccia l’ambiente

    Il turismo sostenibile è divenuto negli anni una scelta sempre più crescente per i turisti che decidono di trascorrere un periodo di vacanza. In questo articolo approfondiamo l'ecoturismo: un trend in crescita sia per i viaggiatori che per le strutture ricettive.
    Quando il turismo sostenibile abbraccia l’ambiente

    PROTEGGIAMO LE API

    paesaggio naturale

    Turismo sostenibile: volano dell’economia

    Se leggiamo con attenzione il Report elaborato da L’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) possiamo comprendere quanto il turismo sostenibile sia da considerarsi «un turismo che tiene conto pienamente dei suoi impatti economici, sociali e ambientali attuali e futuri, rispondendo alle esigenze dei turisti, dell’industria, dell’ambiente e delle popolazioni che lo ospitano». Ed è proprio questa tipologia di viaggio responsabile, meglio conosciuta come ecoturismo, che sta diventando sempre più popolare negli ultimi anni. Ciò emerge con evidenza nel Report, che sottolinea come l’81% dei viaggiatori di tutto il mondo ritenga importante viaggiare in modo sostenibile. Per i Property Manager che vogliono allinearsi ai valori dei viaggiatori e rivolgersi direttamente a questo settore, assumere abitudini sostenibili è un passo fondamentale e conseguente al cambiamento delle scelte dei turisti.

    motivazioni viaggio

    Le motivazioni di viaggio degli italiani

    Sono varie le motivazioni degli italiani che influenzano la preferenza di intraprendere una certa tipologia di vacanza. Secondo una ricerca di Nomisma «quando viaggiano o fanno escursioni gli italiani desiderano relax e divertimento (nel 27% dei casi), immergersi nella natura (23%), svolgere attività culturali (21%). Non deve essere trascurato, inoltre, il traino dell’enoturismo al pari dell’esigenza di scoprire le eccellenze di un territorio, indicato da quasi un visitatore su cinque. A conferma di questi dati conosciamo gli interessi di viaggiatori ed escursionisti italiani quando visitano una località: i principali sono la natura (per il 57% degli intervistati), ossia la possibilità di visitare paesaggi e bellezze naturali, e la storia, l’arte e la cultura. Negli ultimi 4-5 anni oltre 34 milioni di italiani hanno intrapreso viaggi che richiedevano pernottamenti o gite fuori porta in giornata, all’insegna del divertimento o alla scoperta del patrimonio naturale, storico e artistico».

    Visitare le vigne per apprezzare l'enologia

    L’enoturismo promuove i territori

    La promozione dei territori italiani è in larga parte dovuta anche all’enoturismo, vivace settore dell’economia italiana, importante risorsa finanziaria, volano economico indiscutibile. L’offerta dell’enoturismo è variamente articolata e si differenzia per la sua originale proposta: le “strade del vino”. Si tratta di particolari tour tra vitigni per apprezzare le bellezze naturali delle località d’Italia. Due gli obiettivi del progetto: far conoscere i percorsi che attraversano le zone a vocazione vitivinicola; rendere più responsabile il consumo del vino, proponendo uno sviluppo turistico, nel rispetto dell’ambiente e del patrimonio culturale. E qui troviamo nuovamente un richiamo al turismo sostenibile, perché c’è sempre una costante attenzione all’ambiente. L’enoturismo rappresenta una dotazione di base unica al mondo; un’occasione per promuovere prodotti territoriali; un paradigma di sviluppo locale alternativo per il futuro.

    scelta ambientale

    Ecoturismo: la scelta ambientale

    L’ecoturismo rappresenta la scelta di turismo ambientale più significativa. Il successo riscontrato da questo asset del turismo sono gli agriturismi biologici, che si diffondono velocemente in tutta l’Italia, offrendo un variegato ventaglio di servizi eco-friendly in grado di soddisfare ogni desiderio di contatto con la natura, buon cibo e relax. I turisti scelgono di essere a contatto con l’ambiente per conoscere le particolarità e scoprire la ricchezza della natura. Questa vacanza, denominata ecoturismo, diventa un’occasione per scoprire in prima persona il patrimonio ambientale del nostro pianeta, in cui vive un’infinita varietà di specie animali e vegetali.

    agriturismo sostenibile

    Il trend degli agriturismi sostenibili

    L’agriturismo è una modalità per trascorrere le vacanze che consente al turista di essere a contatto con la natura. È la scelta turistica più richiesta quella di soggiornare in un agriturismo, anche per motivi legati all’agricoltura biologica. L’agricoltura infatti, assume un ruolo cruciale ridisegnando quegli standard di accoglienza che assicurano nuovi record di presenze. I numeri delineano una situazione maniera chiara: con oltre 25.000 agriturismi operanti in Italia, nel 2021 il 39,2% delle imprese agrituristiche ha registrato un aumento di richieste dirette da parte degli ospiti, mentre il 75,2% di queste imprese ha addirittura attivato nuovi servizi nel corso dell’anno.

    strutture ecologiche

    I turisti cercano strutture ecologiche

    Sono i turisti a cercare attivamente e con convinzione strutture ricettive ecologiche quando decidono di trascorrere una vacanza. A rivelare questo trend è un sondaggio del 2023 che evidenzia come i viaggiatori siano determinati (78%) a soggiornare in strutture ecologiche. Non solo. Recenti studi dimostrano che i turisti favorevoli alla sostenibilità sono disposti a pagare anche un prezzo maggiore pur di soggiornare in strutture ecologiche. Questo andamento dei viaggiatori suggerisce un potenziale aumento dei ricavi delle case vacanza sostenibili, senza tralasciare l’opportunità di compensare i costi associati al cambiamento verso situazioni decisamente più naturali. Gli operatori turistici devono avere a disposizione oggetti che siano in grado di rispondere alle esigenze dei viaggiatori, sempre in costante ricerca di soggiorni dove la sostenibilità ambientale è valorizzata. Ed è proprio per questo motivo che ogni struttura deve anche offrire opzioni di trasporto sostenibile.

    La sostenibilità ambientale è la preferenza dei turisti

    Turismo e crescita sostenibile

    I turisti oggi richiedono maggiore impegno da parte delle compagnie di viaggio verso il rispetto dell’ambiente. Questa tendenza emerge alla domanda su chi sia responsabile dei cambiamenti ambientali positivi in materia di viaggi. Il 26% ritiene che il responsabile di questi cambiamenti sia il governo, il 23% gli enti del turismo, il 20% se stesso, l’8% i property manager e il 6% le OTA. Le compagnie di viaggio hanno già iniziato a compiere trasformazioni strutturali, come dimostra la “Future of Tourism Coalition“. Conviene ricordare che questa coalizione è stata formata da ben sei organizzazioni no-profit, al fine di creare una serie di principi che promuovano una crescita sostenibile all’interno dell’industria turistica internazionale.

    aziende locali

    Partnership con le aziende locali

    Stringere partnership con aziende locali è una strada vincente da seguire. Conviene ricordare che proprio durante i loro viaggi, il 42% delle persone sceglie di fare acquisti in piccole realtà business per sostenere l’economia locale. Pertanto, è utile incoraggiare questa tendenza perché i turisti apprezzano e scelgono volontariamente di acquistare prodotti locali. Una buona e sinergica collaborazione con una piccola impresa locale consente dunque alle strutture ricettive di ottenere una serie di benefici, sia in termini economici che di immagine e reputazione.

    nuovo turismo

    Il nuovo turismo sostenibile

    Cresce l’interesse dei viaggiatori verso una nuova modalità di turismo, che sia vicino all’ambiente e riesca a promuovere le buone pratiche per la sua tutela. Il turismo sostenibile risponde a queste esigenze, facendo emergere un nuovo modo di concepire il viaggio: nella direzione della sicurezza, della sostenibilità e della possibilità di lavoro a distanza. Diversi motivi spingono una persona a cercare una sistemazione ecosostenibile oppure a rivolgersi presso operatori turistici eco-friendly. Secondo il Sustainable Travel Report 2022 rilasciato da Booking «quasi la metà degli intervistati (46%) ha dichiarato di avere scelto una struttura ecosostenibile nel corso degli ultimi 12 mesi. Tra le principali motivazioni ricorrono spesso le seguenti: contribuire a ridurre l’impatto ambientale (31%); l’idea che le strutture sostenibili siano più rispettose delle comunità locali (24%); il desiderio di vivere un’esperienza di viaggio più “autentica” e maggiormente legata al territorio (21%)».

    turismo sostenibile 3Bee

    3Bee per il turismo sostenibile

    Il turismo sostenibile consente di limitare il più possibile l’impatto sull’ambiente, ma favorisce anche la conoscenza di nuove culture, tradizioni e contesti naturalistici unici. Le strutture ricettive come hotel, ostelli e agriturismi, hanno l'opportunità di abbinare a comfort e servizi di alta qualità, l'opportunità per i propri ospiti di partecipare a iniziative sostenibili. 3Bee infatti, fornisce supporto nella creazione di autentiche oasi della biodiversità che diventano rifugi per la flora e la fauna autoctone, permettendo alla biodiversità di prosperare. Tutelare la biodiversità con la propria struttura turistica è possibile grazie a iniziative di rigenerazione del verde e monitoraggio tecnologico, per dimostrare un impegno tangibile e coinvolgere gli ospiti in maniera diretta, anche con percorsi come Biodiversity Adventure. Vuoi diventare attore attivo nella promozione della biodiversità con la tua struttura?

    Articolo curato da Francesco Fravolini

    Di Elena Fraccaro4 dicembre 2023
    Visualizzazioni500Visualizzazioni
    Condividi

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti

    Quale tipologia di viaggio preferiscono gli italiani?

    Secondo l’ultima ricerca realizzata da Nomisma «quando viaggiano o fanno escursioni gli italiani desiderano relax e divertimento (nel 27% dei casi), immergersi nella natura (23%), svolgere attività culturali (21%). Non deve essere trascurato, inoltre, il traino dell’enoturismo al pari dell’esigenza di scoprire le eccellenze di un territorio, indicato da quasi un visitatore su cinque. A conferma di questi dati conosciamo gli interessi di viaggiatori ed escursionisti italiani quando visitano una località: i principali sono la natura (per il 57% degli intervistati), ossia la possibilità di visitare paesaggi e bellezze naturali, e la storia, l’arte e la cultura. Negli ultimi 4-5 anni oltre 34 milioni di italiani hanno intrapreso viaggi che richiedevano pernottamenti o gite fuori porta in giornata, all’insegna del divertimento o alla scoperta del patrimonio naturale, storico e artistico».

    Perché l'ecoturismo riscuote un grande successo?

    Il successo riscontrato da questo asset del turismo sono gli agriturismi biologici, che si diffondono velocemente in tutta l’Italia, offrendo un variegato ventaglio di servizi eco-friendly in grado di soddisfare ogni desiderio di contatto con la natura, buon cibo e relax. I turisti scelgono di essere a contatto con l’ambiente per conoscere le particolarità e scoprire la ricchezza della natura. Questa vacanza, denominata ecoturismo, diventa un’occasione per scoprire in prima persona il patrimonio ambientale del nostro pianeta, in cui vive un’infinita varietà di specie animali e vegetali.

    Perché aziende locali e strutture ricettive collaborano?

    Il 42% delle persone sceglie di fare acquisti in piccole realtà business per sostenere l’economia locale. Pertanto, è utile incoraggiare questa tendenza perché i turisti apprezzano e scelgono volontariamente di acquistare prodotti locali. Una buona e sinergica collaborazione con una piccola impresa locale consente dunque alle strutture ricettive di ottenere una serie di benefici, sia in termini economici che di immagine e reputazione. Il ruolo vincente delle partnership si trasforma pertanto in un considervole aumento del fatturato delle aziende locali.

    In che modo l'enoturismo promuove i territori?

    L’offerta dell’enoturismo è variamente articolata e si differenzia per la sua originale proposta: le “strade del vino”. Si tratta di particolari tour tra vitigni per apprezzare le bellezze naturali delle località d’Italia. Due gli obiettivi del progetto: far conoscere i percorsi che attraversano le zone a vocazione vitivinicola; rendere più responsabile il consumo del vino, proponendo uno sviluppo turistico, nel rispetto dell’ambiente e del patrimonio culturale. E qui troviamo nuovamente un richiamo al turismo sostenibile, perché c’è sempre una costante attenzione all’ambiente. L’enoturismo rappresenta una dotazione di base unica al mondo; un’occasione per promuovere prodotti territoriali; un paradigma di sviluppo locale alternativo per il futuro.

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API