Miele di Santoreggia: proprietà di un miele raro

    In 3Bee il miele è il simbolo del duro lavoro di impollinazione svolto dalle api e la concretizzazione del loro contributo nei confronti dell’ecosistema. I nostri progetti supportano la biodiversità e tramite i nostri growers garantiscono un ambiente sano per gli impollinatori.
    Miele di Santoreggia: proprietà di un miele raro

    PROTEGGIAMO LE API

    3Bee Hive-Tech

    L'approccio di 3Bee per la tutela della biodiversità

    3Bee è la Nature Tech company che sviluppa tecnologie per la tutela della biodiversità. 3Bee Hive-Tech è il primo sistema di 3Bee che consente di analizzare lo stato di salute e di “fame” delle api da miele, sentinelle ambientali per eccellenza. Nel tempo, abbiamo sviluppato altre tecnologie per studiare e monitorare tutti gli insetti impollinatori e creato oltre 200 Oasi della Biodiversità con migliaia di piante nettarifere per garantire loro nutrimento. Vogliamo così creare un circolo virtuoso: i nostri apicoltori si trasformano per esigenza in coltivatori di Oasi e promotori della biodiversità ambientale. Non incentiviamo la produzione massiva e gli allevamenti densi, che hanno un impatto negativo sulla biodiversità e sugli impollinatori. Riconosciamo però il valore del miele come simbolo prezioso della biodiversità di un ambiente e uno strumento di divulgazione dell'impegno e tutela di un'area, da consumare con parsimonia e rispetto per il ciclo di vita di questi insetti.

    Miele di Santoreggia: cos'è e da dove deriva?

    La Santoreggia è una pianta annuale e appartiene alla famiglia delle Labiate. Alla vista si presenta con fusti ramificati, mentre le foglie presentano una leggera peluria di verde intenso. I fiori molto belli sono di color bianco e rosa con dimensioni ridotte. La caratteristica di questa pianta è il profumo e intenso delle foglie, che ricorda molto il Timo. Infatti la Santoreggia è molto simile al Timo, da cui le api producono un miele particolare e molto raro. Diffusa in prati di montagna, questa pianta fiorisce tra luglio e settembre.

    Miele di Santoreggia: gusto e proprietà

    Il miele di Santoreggia si presenta con un color ambrato chiaro e riflessi verdi. Odore e sapore sono molto decisi e persistenti. Degustandolo e spesso può ricordare l'odore della terra bagnata o le note del caffè. Un miele raro molto partcolare e ricco di proprietà. Tra queste troviamo proprietà antisettiche, antinfiammatorie e antiossidanti. Un perfetto alleato contro tosse e stati influenzali.

    Perché il miele di Santoreggia è un miele raro?

    Come il miele di Stregonia, anche il miele si Santoreggia rientra tra i mieli d'eccellenza abruzzesi. La sua produzione è limitata e condizionata dalle piogge del mese di luglio, se non piove e ci sono periodi di siccità, viene pregiudicata la produzione di questo miele, per questa ragione viene considerato un miele di nicchia e raro. Le eccellenze e i mieli rari non mancano su Adotta un alveare. Si possono trovare mieli più conosciuti, come il miele di acacia, o il miele di Sulla e molti altri.

    Sostieni un apicoltore locale e le sue api

    Adottare un Alveare è un'azione ad ampio respiro. Con una singola adozione, vengono protette milioni di api. Come? Con l'utilizzo della tecnologia! Questa viena messa a disposizione degli apicoltori che installano sistemi di monitoraggio da remoto sulle loro arnie, per tenere sempre monitorato il peso della famiglia, la temperatura, l'umidità esterna ed interna. In questo modo si prendono cura del benessere delle api, intervenendo tempestivamente in caso di necessità, così da evitare danni e morie di api. Scopri gli apicoltori locali 3Bee e proteggi le api.

    L'importanza del miele

    Le informazioni contenute in questo blog riguardano l'importanza del miele come il frutto dell'instancabile lavoro delle api che trasforma il nettare raccolto (incluso quello extrafiorale e melata) in un preziosissimo prodotto alimentare che ne racchiude la biodiversità con tutte le innumerevoli sfaccettature presenti negli areali limitrofi all'alveare. A livello ambientale, il miele è il simbolo dell’attività di impollinazione dell’ape, che vola di fiore in fiore per raccoglierne il nettare e, così facendo, ne trasporta il polline, facendosi vettore dell’impollinazione e della riproduzione di decine di migliaia di specie vegetali. Il miele è ancora un prodotto poco conosciuto, spesso svalutato nella sua qualità o venduto come panacea di tutti i mali. Come tutti gli alimenti, bisogna tuttavia consumarlo con moderazione e attenzione in quanto contiene un elevato tenore di zuccheri semplici. Ma non è nei suoi valori fondamentali che risiede la sua più importante qualità.

    L'importanza per l'ambiente

    Vogliamo promuovere e diffondere una conoscenza più approfondita riguardo al ruolo cruciale delle api per la salvaguardia del nostro ecosistema e per il proseguimento della ricerca scientifica indirizzata verso l’individuazione di pratiche agricole più sostenibili mirando alla rigenerazione di interi areali. La scelta del miele va ben al di là di quello che è scritto in etichetta. Il vero valore del miele è legato al suo metodo di produzione, se rispettoso delle api e degli ecosistemi in cui vengono poste. Favorire pratiche non intensive di apicoltura e promuovere le migliori azioni a sostegno della salute dell’alveare sono i cardini della nostra attività. L’apicoltore per noi non è allevatore, ma un vero e proprio "Grower": coltiva, cura e alimenta vere e proprie oasi di biodiversità, prestando attenzione non solo alle api, ma anche agli ecosistemi e al loro equilibrio.

    Di Elena Fraccaro11 luglio 2022
    Visualizzazioni654Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API