Sistemi Di Monitoraggio Per L’apicoltura E Industria 4.0

    Il piano industria 4.0 è ormai sulla bocca di tutti. Dal 2019, i bandi dedicati a questa area di intervento sono stati estesi anche al settore agricolo, fino ad allora escluso da queste misure di finanziamento. Ma cosa prevedono questi contributi e quali sono le spese incluse?
    Sistemi Di Monitoraggio Per L’apicoltura E Industria 4.0

    PROTEGGIAMO LE API

    Industria 4.0: cosa significa?

    Il piano industria 4.0 è stato pensato per realizzare la grande aspirazione di cambiare in modo radicale il mondo del lavoro e le logiche produttive del nostro paese. Lo scopo di queste misure è accompagnare gradualmente il tessuto imprenditoriale italiano in quella che tutti ormai conoscono come la quarta rivoluzione industriale. Per questo motivo entrano in gioco incentivi economici e agevolazioni di varia natura per consentire alle aziende di ammodernarsi, facendo proprie nuove tecnologie e nuove metodologie di gestione e organizzazione del proprio lavoro.

    Quali sono le agevolazioni

    I contributi per l’industria 4.0 concedono agevolazioni fiscali in forma di credito d’imposta. Questo riguarda gli investimenti delle imprese in beni materiali e immateriali. Per tutti gli investimenti in beni materiali 4.0 relativi al 2022, l’azienda facente domanda potrà avere un credito di imposta pari al 40% del costo degli investimenti effettuati per investimenti fino a 2,5 milioni di euro. Questo contributo potrà quindi andare a compensare le spese effettuate tramite F24 per il pagamento, ad esempio, di IVA, IMU e imposte dirette. Il sistema di monitoraggio da remoto e diagnostica IoT 3Bee Hive-Tech è un chiaro esempio di tecnologia altamente innovativa che consente una gestione 4.0 dell’apiario e dell’attività apistica. Proprio per questo suo carattere, rientra pienamente nelle spese per l’industria 4.0.

    Quali sono le problematiche

    Questa strada non è semplice come può sembrare a prima vista. Le nostre ricerche sul campo hanno messo in luce le complessità delle procedure di presentazione e rendicontazione delle domande. È sicuramente necessario il supporto di uno specialista perché eventuali errori possono costare caro. Gli accertamenti fiscali possono essere eseguiti fino all’ottavo anno successivo alla concessione dell’agevolazione e le sanzioni sono molto severe. Possono anche arrivare al 180% della maggiore imposta dovuta o della differenza del credito d’imposta utilizzato. Alcuni consulenti, inoltre, si raccomandano di prestare particolare attenzione alle spese rendicontate. “il credito di imposta viene quasi sempre erogato. Tuttavia, la responsabilità ricadrà sempre su chi ricevere il credito di imposta, non sul commercialista e nemmeno sull’azienda che eroga il bene”.

    La soluzione 3Bee

    3Bee può mettere a disposizione i suoi consulenti per questo tipo di pratiche, ma ha ideato anche una nuova forma di accesso a questi prodotti altamente innovativi e ad alta tecnologia senza dover passare per tutta la burocrazia di bandi e finanziamenti. Proprio per l’importanza dell’introduzione di queste tecnologie nel settore apistico, 3Bee ha ideato un piano di abbonamento specifico per venire incontro a queste esigenze. Con il pagamento di una piccola cifra annuale, solo 85€/anno, iva inclusa, si ha la possibilità di avere subito a disposizione il sistema di monitoraggio completo Hive-Tech, comprensivo di GPS e pannello solare per la ricarica della batteria, assistenza sempre inclusa! Chiedi maggiori informazioni e fissa un appuntamento con il nostro consulente Fabrizio per avere tutti i dettagli su questa nuova modalità di acquisto!

    Di Elena Fraccaro25 gennaio 2022
    Visualizzazioni236Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API