Arresto di Greta Thunberg: carbone e impollinatori

    In questo articolo analizzeremo i motivi che hanno portato all’arresto di Greta Thunberg, i danni causati dalle miniere di carbone agli impollinatori e la sua influenza nei confronti del movimento ambientalista.
    Arresto di Greta Thunberg: carbone e impollinatori

    PROTEGGIAMO LE API

    Greta Thunberg Germania

    Chi è Greta Thunberg

    Greta Thunberg è un'attivista e sostenitrice svedese dei cambiamenti climatici che ha fatto notizia in tutto il mondo per il suo impegno nel portare l'attenzione sulla crisi climatica. Nonostante le critiche ricevute, anche da potenti politici mondiali, non ha mai smesso di far sentire la sua voce. Recentemente è stata arrestata in Germania per aver partecipato a una protesta ambientalista. Questo arresto ha suscitato un nuovo interesse per il suo attivismo e per l'importanza del suo messaggio nella lotta contro il cambiamento climatico.

    Miniera carbone

    Arresto in Germania e il motivo della protesta

    Numerosi dimostranti per il clima hanno manifestato in varie località vicino a Luetzerath, tra cui Greta Thunberg. I manifestanti si erano posizionati sul bordo della miniera di Garzweiler per protestare contro la volontà di continuare ad estrarre carbone per tutto il 2023. La Germania ha infatti scelto di virare nuovamente sul carbone invece di investire sulle più innovative centrali nucleari. Le forze dell'ordine hanno sgomberato gli ambientalisti e Thunberg è stata portata via da tre agenti. I manifestanti sono stati poi fatti salire su un autobus per essere allontanati dalla località. Secondo un rappresentante della polizia di Aquisgrana che ha parlato con l'ANSA, Thunberg è stata identificata e poi rilasciata. Lo stesso criterio è stato utilizzato per gli altri manifestanti. Domenica scorsa Thunberg è stata allontanata a forza dagli agenti di polizia durante un sit-in nei pressi di Luetzerath, analogamente a quanto era accaduto qualche giorno prima.

    ape morta

    I danni del carbone agli impollinatori

    Le conseguenze delle miniere di carbone sugli impollinatori sono evidenti, e in Germania potrebbero avere un impatto negativo sempre maggiore. Uno dei fattori determinanti è la distruzione dell’habitat circostante. Vaste aree vengono disboscate, lasciando solo un terreno sterile e inquinato. Inoltre, le polveri, i gas e le altre sostanze rilasciate influiscono sulla salute degli impollinatori e intaccano le loro fonti di cibo. Se il numero di impollinatori in un'area diminuisce, si verifica una riduzione della quantità di impollinazione, con conseguente diminuzione dei raccolti. Ciò può avere un impatto economico significativo sugli agricoltori, che non sono in grado di produrre cibo a sufficienza per soddisfare le esigenze della popolazione.

    Cambiamento climatico

    L'ascesa dell'attivismo ambientale

    L'arresto di Greta Thunberg ha evidenziato la crescita dell'attivismo ambientale in tutto il mondo. Negli ultimi anni si è assistito a un aumento del numero di gruppi di attivisti ambientali, campagne e manifestazioni che chiedono di intervenire. Questo aumento dell'attivismo ambientale ha avuto un impatto significativo sul dibattito sul cambiamento climatico, in quanto ha evidenziato l'urgenza della crisi e ha spinto i governi e le aziende ad agire. Attraverso proteste, campagne e dimostrazioni, gli attivisti ambientali sono stati in grado di raggiungere un vasto pubblico e di educare le persone sugli impatti del cambiamento climatico. Questo tuttavia non è ancora abbastanza.

    La missione e il contributo di 3Bee

    In 3Bee lavoriamo per sensibilizzare aziende e cittadini sull’importanza della protezione e della rigenerazione della biodiversità. Attraverso i nostri progetti contribuiamo a ridurre l'impatto dei cambiamenti climatici sull'ambiente, incoraggiando individui e organizzazioni ad adottare pratiche sostenibili. Ciò include la conservazione e il ripristino degli spazi verdi, la protezione degli impollinatori e della biodiversità grazie ai nostri sistemi di monitoraggio. Hive-Tech: un alveare 4.0 che consiste in una rete di sensori IoT, i quali, posizionati all’interno dell’alveare, monitorano il benessere delle api permettendo di ridurre i trattamenti e diminuire le visite in apiario. Biospectrum: un sistema di conteggio della fauna automatico che sfrutta l’intelligenza artificiale per riconoscere la tipologia di animale. Terra: un sistema di Reti neurali per l’analisi delle biodiversità vegetali su 3 stati Europei, in collaborazione con ESA.

    Di Elena Fraccaro26 gennaio 2023
    Visualizzazioni297Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API