Ecopsicologia: riscoprire il benessere nella natura

    Scopri l'ecopsicologia: un ponte tra mente e natura. Una disciplina innovativa che rivoluziona la prospettiva sull'essere umano e l'ambiente, influenzando l'educazione, il lavoro e il benessere fisico ed emotivo. Approfondisci in questo articolo la sua storia e le sue applicazioni.
    Ecopsicologia: riscoprire il benessere nella natura

    PROTEGGIAMO LE API

    ecopsicologia

    Che cos’è l’ecopsicologia

    L'ecopsicologia è una disciplina che unisce ecologia e psicologia, offrendo una prospettiva innovativa sull'essere umano e il mondo che lo circonda. Questa disciplina mira a trasformare la nostra visione tradizionalmente "antropocentrica," in cui l'uomo è al centro dell'universo, in una prospettiva "ecocentrica," in cui la connessione tra l'essere umano e l'ambiente naturale è fondamentale. L'ecopsicologia non si limita a esaminare la mente umana e i comportamenti, ma studia anche l'influenza reciproca tra l'essere umano e l'ambiente circostante. In particolare, si concentra su come il bisogno di una connessione più profonda con se stessi sia intrinsecamente legato alla necessità di stabilire un legame autentico con la natura. Essa ci ricorda inoltre che l'ambiente ha un impatto significativo sulla qualità della nostra vita, sulla nostra salute mentale e il nostro benessere.

    origine ecopsicologia

    Ecopsicologia: origine e diffusione

    L'ecopsicologia nasce come disciplina a Berkeley, in California, nel 1989. Il suo obiettivo, sin dall'inizio, è stato quello di unificare sotto un'unica denominazione vari filoni di lavoro che già esistevano ma erano conosciuti con nomi diversi, come “la psicologia verde”, “l'ecologia transpersonale”, e "l'eco terapia". Questa unificazione avrebbe dato alla luce una disciplina interdisciplinare che sarebbe diventata nota come "ecopsicologia." Oggi, l'ecopsicologia è ampiamente diffusa nei paesi di lingua anglosassone, come Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna. La sua crescente popolarità è sostenuta da reti internazionali come l'ICE (International Community of Ecopsychology) e la IES (International Ecopsychology Society), che hanno rappresentanze in diverse nazioni, tra cui Italia, Grecia, Spagna, Uruguay, Argentina, Messico, Cile, Brasile, Puerto Rico, Australia, e Sud Africa.

    ecopsicologia educazione

    L’ecopsicologia nell’educazione

    L'ecopsicologia sottolinea che la natura non dovrebbe essere solo oggetto di studio, ma una co-protagonista nell'educazione. Questo approccio innovativo propone linee guida per un'educazione che integra la natura nella sua struttura e contenuti. Si basa su studi di Psicologia Ambientale che dimostrano i benefici del contatto diretto con ambienti naturali, non addomesticati. L'ecopsicologia applica i principi dell'Ecologia all'educazione, enfatizzando l'interdipendenza, la ciclicità, la flessibilità e la biodiversità. Promuove relazioni ecologiche basate sull'attenzione, l'ascolto, il rispetto e l'empatia, fondamentali per vivere in armonia con il mondo. Questo approccio risveglia la nostra innata Biofilia, il senso di appartenenza e corresponsabilità verso il pianeta.

    ecopsicologia lavoro

    L'impatto dell'ecopsicologia nel mondo del lavoro

    Anche il mondo del lavoro sta prendendo in considerazione l'ecopsicologia. Sempre più aziende, infatti, stanno riconoscendo la necessità di un ambiente di lavoro sostenibile non solo dal punto di vista ambientale, ma anche relazionale. Gretchen Daily, direttrice del Natural Capital Project alla Stanford University, insieme al suo gruppo di ricerca, ha dimostrato che i benefici cognitivi ed emotivi derivanti dalla connessione con la natura dovrebbero essere integrati nei modelli economici e organizzativi attuali. L'ecopsicologia sta quindi influenzando positivamente il modo in cui le aziende concepiscono l'ambiente di lavoro, promuovendo il benessere dei dipendenti e la sostenibilità aziendale.

    certificazione WELL edifici

    Benessere negli edifici: la certificazione WELL

    Il benessere, sia fisico che mentale, è sempre più importante oggi. In questo contesto emerge la certificazione WELL, focalizzata sul miglioramento del benessere e della salute all'interno degli ambienti costruiti. Questa certificazione copre vari aspetti, tra cui la qualità dell'aria, l'illuminazione, il fitness, la nutrizione e la gestione dello stress, con l'obiettivo di creare spazi che promuovano il benessere fisico e mentale. Il legame tra ecopsicologia e certificazione WELL sta nel fatto che entrambe riconoscono l'importanza dell'ambiente circostante per il benessere umano. Un edificio certificato WELL per esempio, può incorporare elementi di design che consentono una maggiore connessione con la natura, come l'uso di luce naturale, piante da interno e spazi verdi. Questi elementi contribuiscono anche al benessere psicologico degli occupanti. La progettazione WELL promuove anche pratiche ecologiche e sostenibili, contribuendo così alla conservazione dell'ambiente naturale.

    benefici natura

    Benefici della connessione con la natura

    Entrare in contatto con la natura non è solo un'esperienza piacevole, ma ha anche effetti benefici documentati sulla salute. Alcuni studi dimostrano che questa connessione migliora il sistema nervoso, rafforza il sistema immunitario e aumenta l'autostima. Inoltre, riduce l'ansia e migliora l'umore, contribuendo alla diminuzione dei livelli di aggressività. La natura può persino accelerare il processo di guarigione. Ad esempio, uno studio di White e colleghi ha evidenziato che i pazienti in ambienti naturali mostrano tassi di guarigione più rapidi. Questi dati dimostrano che il benessere fisico ed emotivo è strettamente legato alla nostra relazione con la natura. L'ecopsicologia incoraggia anche l'uso combinato di Mindfulness e Wilderness per espandere la visione del mondo. Questa prospettiva rientra nei 7 saperi per l'educazione del futuro, tra cui l'identità terrestre, che ci ricorda di essere cittadini del Pianeta e che la nostra salute è legata a quella del mondo che ci circonda.

    casette api solitarie casa di riposo

    Concretizzare l’ecopsicologia con un progetto rigenerativo

    L'ecopsicologia ci insegna che l'interazione con la natura può migliorare il benessere mentale ed emotivo delle persone. Un esempio concreto di come l'ecopsicologia si traduca in azione è il progetto "Biodiversity Adventure" realizzato da 3Bee con la Casa di Riposo Noventa Padovana. Grazie a questo progetto, gli anziani residenti hanno l'opportunità di connettersi con la natura attraverso la costruzione di casette per le api selvatiche, che garantiranno loro nuovi habitat, e la partecipazione attiva al percorso educativo a tappe Biodiversity Adventure. Questa interazione con la natura può avere un impatto positivo sul loro benessere, promuovendo la serenità e il senso di appartenenza alla comunità.

    progetto 3Bee casa di riposo noventa di piave

    Preservare la natura e promuovere l’inclusione sociale

    L'ecopsicologia considera importante la connessione tra le persone e il loro ambiente sociale. Nel progetto, gli anziani e i membri più giovani della comunità lavorano insieme per creare rifugi per gli impollinatori. Questo promuove l'inclusione sociale tramite una connessione intergenerazionale: le conoscenze e le esperienze degli anziani rappresentano un’eredità preziosa da condividere con le generazioni future. Questa connessione tra le diverse età contribuisce a costruire una comunità più coesa e solidale. Infine, l’ecopsicologia evidenzia l’importanza di preservare la biodiversità per il benessere umano. Il progetto “Biodiversity Adventure” si concentra sulla creazione di habitat per gli impollinatori selvatici, contribuendo così alla conservazione della biodiversità locale. Proteggere la natura è una responsabilità di tutti e anche piccoli gesti, come la costruzione di rifugi per le api, possono avere un impatto significativo sulla biodiversità.

    Di Elena Fraccaro3 ottobre 2023
    Visualizzazioni262Visualizzazioni
    Condividi

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti

    Che cos'è l'ecopsicologia?

    L'ecopsicologia è una disciplina che unisce ecologia e psicologia, offrendo una prospettiva innovativa sull'essere umano e il mondo che lo circonda. Questa disciplina mira a trasformare la nostra visione tradizionalmente "antropocentrica," in cui l'uomo è al centro dell'universo, in una prospettiva "ecocentrica," in cui la connessione tra l'essere umano e l'ambiente naturale è fondamentale. L'ecopsicologia non si limita a esaminare la mente umana e i comportamenti, ma studia anche l'influenza reciproca tra l'essere umano e l'ambiente circostante. In particolare, si concentra su come il bisogno di una connessione più profonda con se stessi sia intrinsecamente legato alla necessità di stabilire un legame autentico con la natura. Essa ci ricorda inoltre che l'ambiente ha un impatto significativo sulla qualità della nostra vita, sulla nostra salute mentale e il nostro benessere.

    Quali sono le origini dell'ecopsicologia?

    L'ecopsicologia nasce come disciplina a Berkeley, in California, nel 1989. Il suo obiettivo, sin dall'inizio, è stato quello di unificare sotto un'unica denominazione vari filoni di lavoro che già esistevano ma erano conosciuti con nomi diversi, come “la psicologia verde”, “l'ecologia transpersonale”, e "l'eco terapia". Questa unificazione avrebbe dato alla luce una disciplina interdisciplinare che sarebbe diventata nota come "ecopsicologia." Oggi, l'ecopsicologia è ampiamente diffusa nei paesi di lingua anglosassone, come Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna. La sua crescente popolarità è sostenuta da reti internazionali come l'ICE (International Community of Ecopsychology) e la IES (International Ecopsychology Society), che hanno rappresentanze in diverse nazioni, tra cui Italia, Grecia, Spagna, Uruguay, Argentina, Messico, Cile, Brasile, Puerto Rico, Australia, e Sud Africa.

    Qual è l'impatto dell'ecopsicologia nel mondo del lavoro?

    Il mondo del lavoro sta prendendo in considerazione l'ecopsicologia. Sempre più aziende, infatti, stanno riconoscendo la necessità di un ambiente di lavoro sostenibile non solo dal punto di vista ambientale, ma anche relazionale. Gretchen Daily, direttrice del Natural Capital Project alla Stanford University, insieme al suo gruppo di ricerca, ha dimostrato che i benefici cognitivi ed emotivi derivanti dalla connessione con la natura dovrebbero essere integrati nei modelli economici e organizzativi attuali. L'ecopsicologia sta quindi influenzando positivamente il modo in cui le aziende concepiscono l'ambiente di lavoro, promuovendo il benessere dei dipendenti e la sostenibilità aziendale.

    Quali sono i benefici della connessione con la natura?

    Entrare in contatto con la natura non è solo un'esperienza piacevole, ma ha anche effetti benefici documentati sulla salute. Alcuni studi dimostrano che questa connessione migliora il sistema nervoso, rafforza il sistema immunitario e aumenta l'autostima. Inoltre, riduce l'ansia e migliora l'umore, contribuendo alla diminuzione dei livelli di aggressività. La natura può persino accelerare il processo di guarigione. Ad esempio, uno studio di White e colleghi ha evidenziato che i pazienti in ambienti naturali mostrano tassi di guarigione più rapidi. Questi dati dimostrano che il benessere fisico ed emotivo è strettamente legato alla nostra relazione con la natura. L'ecopsicologia incoraggia anche l'uso combinato di Mindfulness e Wilderness per espandere la visione del mondo. Questa prospettiva rientra nei 7 saperi per l'educazione del futuro, tra cui l'identità terrestre, che ci ricorda di essere cittadini del Pianeta e che la nostra salute è legata a quella del mondo che ci circonda.

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API