Adotta Un Alveare in Piemonte

    Anche tu sei interessato al progetto “Adotta un alveare” 3Bee? Adottando un alveare, darai un supporto concreto alle api e ai loro apicoltori, aiutando una realtà virtuosa italiana. Potrai monitorare h24 la crescita e lo sviluppo dell’alveare. Scopri le apicolture in Piemonte!

    PROTEGGIAMO LE API

    3Bee Hive-Tech

    L'approccio di 3Bee per la tutela della biodiversità

    3Bee è la Nature Tech company che sviluppa tecnologie per la tutela della biodiversità. 3Bee Hive-Tech è il primo sistema di 3Bee che consente di analizzare lo stato di salute e di “fame” delle api da miele, sentinelle ambientali per eccellenza. Nel tempo, abbiamo sviluppato altre tecnologie per studiare e monitorare tutti gli insetti impollinatori e creato oltre 200 Oasi della Biodiversità con migliaia di piante nettarifere per garantire loro nutrimento. Vogliamo così creare un circolo virtuoso: i nostri apicoltori si trasformano per esigenza in coltivatori di Oasi e promotori della biodiversità ambientale. Non incentiviamo la produzione massiva e gli allevamenti densi, che hanno un impatto negativo sulla biodiversità e sugli impollinatori. Riconosciamo però il valore del miele come simbolo prezioso della biodiversità di un ambiente e uno strumento di divulgazione dell'impegno e tutela di un'area, da consumare con parsimonia e rispetto per il ciclo di vita di questi insetti.

    Scegli l'apicoltura che più fa per te!

    come fare a scegliere tra i tanti apicoltori disponibili? Ti basi sulle diverse tipologie di miele oppure preferisci adottare un alveare più vicino a casa? Sappiamo ormai molto bene che il miele è il frutto di un particolare territorio. Ogni miele di ogni apicoltura, quindi, è potenzialmente diverso dagli altri, proprio perché le api ci restituiscono in esso tutta la varietà e la ricchezza del luogo in cui raccolgono il prezioso nettare. Forse conoscendo un po’ meglio gli apicoltori che aderiscono ad “Adotta un alveare” sarà più facile compiere la tua scelta. Per questo oggi proseguiamo il nostro viaggio tra le varie regioni d’Italia per presentarvi tutti gli apicoltori piemontesi che fanno parte del progetto.

    Adotta un alveare in Piemonte

    Il Piemonte è una regione estremamente importante per l’apicoltura italiana. Stando ai dati dell’Anagrafe apistica (dati maggio 2019), si contano ben 211.869 alveari, di cui 33.443 solo per autoconsumo e 178.426 per il commercio vero e proprio. Fin dalla fine del Medioevo, l’apicoltura ha svolto un ruolo centrale nella regione. La produzione regionale è molto varia e i mieli i uniflorali sono molto numerosi. Sicuramente, tra i mieli più diffusi e ricercati troviamo il castagno, l’acacia, il tiglio, il tarassaco, il rododendro e il millefiori di alta montagna. Adotta un alveare in Piemonte e gusta l’estrema varietà che questo territorio ci offre: dall’alta montagna alla pianura!

    Iniziamo...

    Apicoltura Alpi Mel: Alberto ha creato la sua realtà apistica nel 2018, conducendola rispettando la tradizione, ma introducendo elementi di novità. L’apicoltura Alpi Mel ha sede nel cuneese, vicino al Parco Naturale delle Alpi Marittime di Palanfrè, dove le api, nella natura incontaminata, producono miele di montagna, soprattutto castagno e tarassaco. Azienda Agricola Note di Miele: questa realtà apistica è tutta al femminile, fondata e gestita da Patrizia dal 2018, quando ha deciso di trasformare in lavoro un suo hobby: l’apicoltura. Le api di Patrizia si trovano nelle colline astigiane e possiamo dire che hanno dei gusti musicali proprio tosti! Patrizia ha dedicato ogni suo alveare a un genere musicale differente e adottando le sue api potrai seguire da vicino lo sviluppo e la crescita della regina Patti (Smith) e dalla sua Arnia Punk!

    ...siete curiosi? Continuate a leggere!

    Azienda Agricola Polyagrinova di Paulin Takumbo Takam: Paulin, di origini camerunensi, ha capito, durante gli studi alla facoltà di agraria, che avrebbe fatto dell’apicoltura il suo lavoro. Dal 2014, la sua azienda astigiana produce miele biologico, più volte premiato in vari concorsi: acacia, melata, castagno e millefiori. Apicoltura Posella: l’apicoltura Posella, gestita da Raffaele, si trova in Piemonte. I suoi alveari sono situati nel parco fluviale del Po, in provincia di Torino. La flora variegata che caratterizza il territorio che affianca il fiume dà nutrimento alle api, che producono miele di acacia e miele millefiori. L’Apeperina: Isabella e Antonio conducono questa giovane azienda nel torinese. I loro alveari si trovano all’interno del parco fluviale del Po, ma anche loro d’estate vanno in villeggiatura nelle valli alpine del pinerolese, dove possono volare nei bellissimi boschi di tigli e castagni.

    ...non è finita qui!

    Le Avije: questa piccola azienda piemontese è gestita da Mattia e Antonio, che insieme seguono circa 250 arnie. Nel loro territorio, alle porte del Parco del Gran Paradiso, conducono nomadismo a corto raggio, producendo acacia, castagno, millefiori, tiglio, tarassaco, rododendro e flora alpina. Apicoltura Danilo Favro: Danilo e le sue api si trovano nella bellissima Val di Susa, dove producono miele di castagno, tiglio, castagno-tiglio e acacia. Il Giramiele: le api de Il Giramiele si trovano a un passo dalle montagne e dal Parco Nazionale del Gran Paradiso. In questi territori producono miele millefiori, acacia, castagno e rododendro. Igor Petracco: le api di Igor si trovano nella Valle Elvo, dove pratica nomadismo a corto raggio per produrre diverse tipologie di miele e polline.

    Di Elena Fraccaro12 maggio 2020
    Visualizzazioni516Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API