Adotta Un Alveare In Abruzzo

    Con il progetto Adotta un alveare, potrai scegliere fra le diverse apicolture italiane che utilizzano i nostri sistemi di monitoraggio 3Bee e sostenerle nella loro attività quotidiana. Scopriamo insieme le realtà apistiche nella regione Abruzzo, terra dei mieli introvabili.
    Adotta Un Alveare In Abruzzo

    PROTEGGIAMO LE API

    3Bee Hive-Tech

    L'approccio di 3Bee per la tutela della biodiversità

    3Bee è la Nature Tech company che sviluppa tecnologie per la tutela della biodiversità. 3Bee Hive-Tech è il primo sistema di 3Bee che consente di analizzare lo stato di salute e di “fame” delle api da miele, sentinelle ambientali per eccellenza. Nel tempo, abbiamo sviluppato altre tecnologie per studiare e monitorare tutti gli insetti impollinatori e creato oltre 200 Oasi della Biodiversità con migliaia di piante nettarifere per garantire loro nutrimento. Vogliamo così creare un circolo virtuoso: i nostri apicoltori si trasformano per esigenza in coltivatori di Oasi e promotori della biodiversità ambientale. Non incentiviamo la produzione massiva e gli allevamenti densi, che hanno un impatto negativo sulla biodiversità e sugli impollinatori. Riconosciamo però il valore del miele come simbolo prezioso della biodiversità di un ambiente e uno strumento di divulgazione dell'impegno e tutela di un'area, da consumare con parsimonia e rispetto per il ciclo di vita di questi insetti.

    L'apicoltura in Abruzzo

    Oggi ci troviamo in Abruzzo, in un terra splendida dove troviamo sia il mare che importanti parchi naturalistici lungo l’Appennino. In questa regione, l’apicoltura è considerata un’attività molto importante, ricca di storia e tradizioni. Il territorio si è rivelato particolarmente favorevole allo sviluppo della nostra apis mellifera, sia a livello climatico che geografico. Proprio questi aspetti e la grande disponibilità di una flora variegata e diversificata consente di produrre parecchie tipologie di miele monoflora, alcune di esse estremamente rare e pregiate, che vengono prodotte solo in questa regione, quali il miele di stregonia e di santoreggia. Questi mieli tanto particolari vengono prodotti oltre gli 850 metri s.l.m., soprattutto in alcune zone come quelle del Gran Sasso e del massiccio del Sirente Velino. Per poter sfruttare al meglio la grande varietà floreale della regione, viene spesso praticato nomadismo.

    Abbaprid

    L’Azienda Agricola Abbaprid ha alle spalle quasi 100 anni di attività nel settore apistico. La sua storia, infatti, inizia nei primi anni del ‘900, per arrivare fino ad oggi. Situata in Abruzzo, le loro api godono sia della vicinanza con il mare che della montagna, trovandosi all’interno del Parco Nazionale della Majella. Il loro miele ha quindi un gusto speciale, chiara espressione del territorio in cui viene prodotto. Per garantire la massima qualità, non subisce nessun tipo di alterazione industriale, viene estratto a freddo solo il miele raccolto dai melari, senza intaccare il nido. L’utilizzo di tecniche apistiche non invasive e questa particolare attenzione per i bioritmi delle api e la biodiversità del territorio rende l’azienda una vera eccellenza. La passione per le api e la connessione con la natura è quello che anima tutti gli apicoltori, secondo Alfredo e Rosanna.

    Apicoltura Colle Salera di Pace Cecilia

    L’apicoltura Colle Salera è un’azienda a conduzione famigliare, situata a Pratola Peligna, in provincia di L’Aquila. Walter iniziò la sua attività nel 1978, seguito poi dai figli, che lavorano tutt’oggi nell’attività di famiglia. Le loro api raccolgono il prezioso nettare dei fiori e il loro polline all’interno del Parco Nazionale della Majella. La grande varietà di flora spontanea e la ricchezza di questo contesto naturalistico danno vita a un miele assolutamente unico. Tra le tipologie di miele prodotte da questa apicoltura, ricordiamo la lupinella, la marruca, la stregonia e la santoreggia, fiori all’occhiello della produzione abruzzese.

    Apicoltura Dolce Lavanda

    L’azienda apistica Dolce Lavanda è situata a Pescina, la famosa città del miele. Questa località così evocativa si trova vicino a due parchi molto importanti, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco regionale Sirente-Velino. Proprio qui l’azienda ricerca la produzione di miele locali d’eccellenza, che riescono a essere prodotti in purezza solo in questa regione, tra l’altro mieli Presidio Slow Food: stregonia e santoreggia. A questi si aggiungono anche il millefiori, l’acacia e il castagno.

    Di Elena Fraccaro23 luglio 2020
    Visualizzazioni259Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API