Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta si racconta per 3Bee

    La Sicilia è sempre più al centro nella protezione degli impollinatori in Italia, grazie al rinnovato progetto insieme a 3Bee. Un unione proficua nata nel 2021 con lo scopo di proteggere la biodiversità.
    Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta si racconta per 3Bee

    PROTEGGIAMO LE API

    ape con fiore rosso

    L'intervento del dott. Roberto Lo Nigro

    È con l’intervento del dott. Roberto Lo Nigro, Presidente Commissione Distrettuale “SOS Api…e non solo” che 3Bee presenta il rinnovato impegno del Club e Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta in questo 2022. Al centro della progettualità il confermato supporto di adozione delle api di 3 apicoltori della regione tra la provincia di Palermo, Trapani e Catania e la piantumazione del primo bosco nettarifero Rotary a fioritura scalare, con lo scopo di aumentare lo spazio di pascolo per tutti gli impollinatori.

    Rotary conferenza 3Bee

    KPI Impatto

    Rotary Distretto 2110 Sicilia e Malta ha scelto di adottare durante i due anni del progetto 502 piani biodiversità. In questo modo ha contribuito a proteggere oltre 4 milioni di api, le quali impollineranno circa 4 miliardi di fiori. Con lo scopo di rigenerare le aree di pascolo nettarifere Rotary Distretto 2110 Sicilia e Malta sosterrà un grower esperto nella cura di 100 alberi nettariferi. Tutto ciò permetterà per un anno la produzione di 154 kg di nettare utile per gli impollinatori e la sottrazione di 8,67 tonnellate di C02.

    Piantumazione albero nettarifero

    Il primo bosco nettarifero

    Non solo api quindi, come suggerisce la comunicazione realizzata a supporto dell’attività, ma anche piante nettarifere, dal fondamentale ruolo nella regolazione degli ecosistemi, oggi in forte squilibrio costante dovuto alle conseguenze dirette e indirette del cambiamento climatico. Ai 4000 alberi già messi a terra nell’anno precedente, si unisce il progetto bosco nettarifero di 3Bee di 100 piante ad alto fusto autoctone, capaci di generare scorte di nettare per le api. Le api, mellifere e non, sentinelle ambientali e bio-indicatori fondamentali, ce lo segnalano costantemente, ed è grazie alla loro tutela che progetti come questo possono anno dopo anno trovare nuove forme e soluzioni d’impatto. Dal dato di monitoraggio, all’applicazione sul territorio, grazie al contributo attivo di tutti i membri, apicoltori e grower coinvolti nella sensibilizzazione.

    ape con girasole

    L'importanza della didattica

    Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta, accompagna infatti tutti i suoi progetti a una forma di capillare didattica tra le scuole locali, portando il tema dell’importanza delle api tra i banchi di scuola, come “materia” di studio trasversale a tutte le discipline attraversate dal valore comune condiviso della sostenibilità. Come ci ricorda Roberto “le piccole azioni portano a grandi risultati, metafora che la stessa ape, minuscola di per sé, rappresenta”. L’impegno di Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta continua con la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa denominato “Salva l’Ape - Salva l’Uomo”, sottolineando lo stretto legame che ne determina la sopravvivenza di specie, in un mutuo scambio di cura, per la sottoscrizione di un documento formale pubblico che impegni i produttori della coltivazione di Pesca di Delia IGP a effettuare iniziative ambientale volte alla salvaguardia delle api.

    Polly House

    Perché l'impollinazione è fondamentale

    L’ape infatti, al centro del processo di impollinazione di oltre il 70% della nostra catena alimentare, coinvolge l’interesse non solo di territorio e produttori, ma degli stessi agricoltori che andranno vicendevolmente a operare attivando forme di tutela del pascolo come la piantumazione di essenze nettarifere, integrazione di Bee Hotel per api osmie, e sempre più la transizione a forme di coltivazione che prevedono l’utilizzo consapevole degli agro-farmaci. Si ringrazia in particolare Gaetano De Bernardis Governato per l’A.R. 2021-2022 e Orazio Agrò Governatore del Distretto 2110 Sicilia e Malta per l’A.R. 2022-2023.

    Di Elena Fraccaro24 novembre 2022
    Visualizzazioni124Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API