Sanremo 2023: sostenibilità ancora in ombra

    Sta arrivando la terza serata del Festival di Sanremo, ma a nostro malgrado non è ancora scattato il bonus sostenibilità al FantaSanremo. Il nostro augurio è che un tema importante come la sostenibilità acquisisca maggior risalto durante gli ultimi giorni di gara.
    Sanremo 2023: sostenibilità ancora in ombra

    PROTEGGIAMO LE API

    FantaSanremo 3Bee

    Al FantaSanremo non scatta ancora il Bonus Biodiversità

    Il Festival di Sanremo, ed insieme a lui il FantaSanremo, è quasi arrivato a metà della sua corsa, eppure, nessuno dei cantanti in gara ha sbloccato il Bonus Sostenibilità compiendo delle azioni in favore della biodiversità e della sostenibilità ambientale. Diventando Partner Sustainability del FantaSaremo il nostro desiderio era proprio promuovere queste tematiche, alle quali il pubblico non è indifferente, come abbiamo potuto notare con l’esibizione di Blanco. Le parole di Niccolò Calandri, CEO di 3Bee sull’accaduto: “L'indignazione - anche se eccessiva e non calata nel reale contesto di show del festival - alla performance di Blanco ha dimostrato l'attenzione per la delicata scenografia di fiori, simbolo prezioso del lavoro di api e impollinatori.” Ci auguriamo quindi una maggiore esposizione positiva e sostenibile da parte degli artisti, non solo per far felici i Fantagiocatori che attendono i 10 punti bonus, ma anche per veicolare l’importanza della biodiversità.

    Eugenio in Via di Gioia

    La sigla del FantaSanremo e il Greenwashing

    Gli Eugenio in Via di Gioia, band formatasi nel 2012 e categorizzata come stile “Indie”, è conosciuta per il suo essere apertamente ambientalista e attivista. Uno degli esempi più importanti è proprio il singolo “Terra”, un inno al nostro pianeta in quanto luogo meraviglioso e insostituibile. Anche questa volta siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla sigla che hanno realizzato per il FantaSanremo: “Tam-Tam”, in cui hanno ancora una volta fatto emergere i loro principi e la loro filosofia. È stato possibile attraverso una strofa ironica, ma dal forte messaggio ambientale: “C’è fermento in città, Tutta Italia fa tam-tam, C’è Grignani tra i cantanti, C’è greenwashing tra i bagnanti”. Il termine Greenwashing è entrato ormai nel linguaggio comune e identifica un modello di comunicazione preciso: “Strategia di comunicazione o di marketing perseguita da aziende, istituzioni, enti che presentano come ecosostenibili le proprie attività, cercando di occultarne l’impatto ambientale negativo."

    The Great Meltodown

    3Bee e The Great Meltdown: i Caraibi della Toscana

    In 3Bee, azienda climate-tech, abbiamo subito trovato un collegamento tra la strofa degli Eugenio in Via di Gioia e la nostra esperienza vissuta in questi anni di azioni concrete ed educazione ambientale, per la tutela e la rigenerazione degli ecosistemi. Nell’estate 2020 abbiamo realizzato “The Great Meltdown: i 7 luoghi più agghiaccianti d’Italia” una docuserie di brevi episodi in cui i protagonisti sono proprio i luoghi in cui la natura è stata maggiormente alterata a causa dell’opera dell’uomo. Una delle tappe è stata la spiaggia bianca di Rosignano (LU). Il colore dell’acqua e della spiaggia è dovuto dal rilascio di carbonato di calcio nel mare da parte di un’azienda limitrofa. Il carbonato di calcio è documentato inerte e quindi non pericoloso. La sostanza tuttavia potrebbe avere gravi ripercussioni sull'alga Poseidonia, la quale assorbe CO2 grazie alla luce del sole praticando la fotosintesi.

    3Bee per la sostenibilità aziendale

    I cambiamenti ambientali e le attività umane stanno avendo un impatto evidente sulla salute del nostro pianeta, comprese le specie che vivono in ecosistemi terrestri e marini. In molti settori, si sta diffondendo l'utilizzo di pratiche poco sostenibili, che vanno contro la tutela della biodiversità. Tuttavia, molte aziende stanno iniziando a comprendere l'importanza della sostenibilità e ad adottare pratiche concrete e trasparenti. In 3Bee, ci dedichiamo a sostenere le imprese nella loro transizione verso un futuro più sostenibile, attraverso iniziative come l'utilizzo di alveari tecnologici per api mellifere e la creazione di habitat per api solitarie. Inoltre, siamo convinti che la piantumazione di boschi nettariferi sia un modo importante per garantire la salute delle api. Trasmettere infine l’importanza di queste attività ai propri collaboratori è fondamentale, per questo abbiamo creato Team Building Academy, un’esperienza sensibilizzante e indimenticabile.

    Di Elena Fraccaro9 febbraio 2023
    Visualizzazioni85Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API