La tutela del suolo: la nuova legge per il suo monitoraggio
    SuoloLeggiDegradazioneConseguenze

    La tutela del suolo: la nuova legge per il suo monitoraggio

    La degradazione del suolo avanza ad un ritmo allarmante e non esiste una tutela ben definita. Negli ultimi anni è emersa una strategia e una direttiva europee per la tutela e il ripristino di questa componente così interconnessa con la nostra salute, come il suolo.

    Leggi l'articolo
    14/05/2024Di Lara Vivarelli
    14 Visualizzazioni
    14/05/2024Di Lara Vivarelli
    14 Visualizzazioni

    Cosa si intende per suolo e la sua importanza

    Per suolo si intende lo strato superiore della crosta terrestre, comprensivo di componenti minerali, humus, acqua, aria e organismi viventi. Il suolo, per l’uomo, è una fonte di molti servizi ecosistemici: ci permette di ottenere la produzione di biomassa e di cibo, ci fornisce materie prime ed è sede delle nostre principali attività. Spesso ci si dimentica che è anche una fonte ricchissima di biodiversità: batteri, alghe, funghi, piccoli vermi sono i responsabili della continua rigenerazione del suolo, garantendone la sua fertilità. Il suolo è, inoltre, un regolatore del ciclo dell'acqua e degli elementi bio-chimici.

    suolo

    Assenza di leggi per la sua protezione

    È bene ricordare che il suolo è una risorsa limitata, non rinnovabile. Una sua alterazione mette a repentaglio la sua capacità produttiva, e quindi i prodotti agricoli di cui ci nutriamo, e la qualità dell’acqua. Tuttavia, nonostante il suolo abbia un valore ambientale, sociale, culturale ed economico, ed è quindi fondamentale per tutta la collettività, non ci sono reti di monitoraggio e non ci sono leggi di protezione. A differenza di aria e acqua, il suolo è proprietà privata. Questo aspetto importante muove interessi particolari e non collettivi.

    mancanza di leggi per la tutela del suolo
    3Bee

    Le forme di degradazione a cui il suolo è sottoposto

    Attualmente il degrado del suolo sta avvenendo ad un ritmo preoccupante. Per degrado del suolo si intende il deterioramento o la perdita della capacità produttiva, sia nel presente che nel futuro. E’ un fenomeno complesso in cui si ha la compartecipazione di molti fattori, che sono interdipendenti. Infatti, il suolo può essere sottoposto a diversi fenomeni di degradazione e a diversi tipi di inquinanti. La contaminazione può essere di forma diffusa o puntale, creando dei veri e propri siti contaminati. Inoltre, il suolo può subire erosione, impermeabilizzazione e compattazione.

    media image

    Le conseguenze

    Oggigiorno, il degrado del suolo è uno dei problemi più urgenti da affrontare, poiché si tratta di una sfida globale che colpisce tutti attraverso l'insicurezza alimentare, l'aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, i cambiamenti climatici, i rischi ambientali e la perdita di biodiversità e dei servizi ecosistemici che ne conseguono. Quando la terra viene degradata, vengono rilasciate delle molecole nell’atmosfera, rendendo il deterioramento del suolo uno dei principali fattori che contribuiscono al cambiamento climatico.

    secchezza
    3Bee

    Indicatori di degrado del suolo

    Ci sono una serie di indicatori per costruire un quadro generale e valutare il degrado del suolo. Gli indicatori riguardano più che altro i cambiamenti di copertura artificiale del suolo, la sua produttività, il quantitativo di carbonio organico e quindi la sua eventuale perdita, l’erosione, il livello di salinizzazione, la compattazione che può subire e altri fattori legati alla presenza di aree percorse dal fuoco. Il degrado viene valutato analizzando la variazione di questi e altri indicatori, mediante l’utilizzo di dati disponibili a livello nazionale o europeo.

    aridità

    Monitoraggio del suolo

    Il controllo delle qualità del suolo è importante per prevenirne la degradazione, la contaminazione e la perdita di fertilità. Per ottenere informazioni utili rispetto alle modificazioni nel tempo, è necessario predisporre periodiche rilevazioni mediante delle metodologie riconosciute e comuni, in modo da essere riproducibili e confrontabili. In genere, a livello internazionale, per monitoraggio dei suoli si intende la determinazione sistematica di alcune variabili stabilite al fine di evidenziare i cambiamenti nel tempo.

    monitoraggio

    Attuale stato di salute del suolo

    Gli studi scientifici hanno osservato che il 60-70% dei suoli europei attualmente non è in buona salute, a causa di problemi quali l'espansione urbana, l'intensificazione dell'agricoltura e i cambiamenti climatici. Ciò è strettamente interconnesso con la salute umana e quella ambientale, che sono poste a rischio. Secondo la Commissione, nell'UE ci sono circa 2,8 milioni di siti potenzialmente contaminati e i suoli degradati sono i principali responsabili delle crisi del clima e della biodiversità. La condizione di deterioramento si riflette anche in un problema economico, poiché la fornitura di servizi ecosistemici, che sono fondamentali, è drasticamente ridotta e costa all'UE almeno 50 miliardi di euro all'anno.

    erosione

    Strategia del Suolo per il 2030

    La Strategia per il suolo è stata adottata il 17 novembre 2021 dalla Commissione Europea, in cui viene definito un quadro generale delle misure da adottare per ripristinare e raggiungere una condizione sana dei suoli dell’UE entro il 2050, ma con azioni concrete da intraprendere entro il 2030. Gli obiettivi principali includono l’intensificazione degli sforzi per affrontare la minaccia della desertificazione, l’introduzione di obiettivi di ripristino, di miglioramento delle attività di monitoraggio, riduzione dell’erosione e dell’impermeabilizzazione. La materia organica del suolo potrebbe, così, aumentare e gli ecosistemi potrebbero essere, in parte, ripristinati. Inoltre, viene tenuto conto di ridurre l’espansione umana e quindi il tasso di occupazione del suolo.

    agricoltura

    Soil Monitoring Law

    Lo scorso 5 luglio 2023 la Commissione Europea ha pubblicato il testo della proposta di Direttiva per il monitoraggio e la resilienza del suolo, la Soil Monitoring Law, che sarebbe la prima legge che monitora la qualità del suolo. Recentemente, il 10 aprile 2024, il Parlamento europeo ha adottato la sua posizione sulla proposta della Commissione. L’obiettivo è costruire un sistema solido di monitoraggio di tutti i suoli dell’UE per il ripristino e il raggiungimento di suoli in salute entro il 2050. Attraverso questa direttiva, l'UE cerca quindi di fermare non solo il degrado del suolo, ma anche di prevenire e mitigare gli impatti dei cambiamenti climatici e di perdita di biodiversità, di aumentare la resilienza rispetto ai disastri naturali, ed infine di garantire la sicurezza alimentare.

    ripristino suoli
    14/05/2024Di Lara Vivarelli
    14 Visualizzazioni
    Altre news

    Potrebbe interessarti

    Newsletter
    newsletter
    Iscriviti alla newsletter "Gossip biodiverso"

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti