Giornata Mondiale Api: Quando E Perché È Stata Istituita?

    La Giornata mondiale delle api si celebra il 20 maggio ed è stata istituita solo da pochi anni con un chiaro obiettivo in mente: sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale riguardo all’importanza degli impollinatori, al ruolo che rivestono nell’ambito dello sviluppo sostenibile.

    PROTEGGIAMO LE API

    Storia

    Questa ricorrenza fu istituita solo qualche anno fa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Nell’ottobre 2017 fu deciso, infatti, di celebrare la Giornata mondiale delle api il 20 maggio, una data simbolicamente importante per l’apicoltura. Questa data coincide con la nascita di Anton Janša (1734-1773), un allevatore e apicoltore sloveno che è ricordato principalmente come uno dei precursori dell’apicoltura razionale. Questa data, quindi, non vuole solo ricordare anche questo importante pioniere delle tecniche apistiche moderne, ma anche il ruolo d’importanza ricoperto dalla Slovenia nella promozione di questa importante giornata e dell’apicoltura e delle api in generale.

    Il ruolo decisivo della Slovenia

    L’istituzione di questa giornata ha riscosso molto successo e viene infatti ricordata in più di 115 paesi. Come abbiamo accennato, un merito particolare va riconosciuto alla Slovenia che, grazie all’intervento della Federazione slovena degli Apicoltori, è riuscita a far sì che le Nazioni Unite riconoscessero ufficialmente questa ricorrenza. La Slovenia è una nazione in cui l’apicoltura è fortemente radicata e dove la popolazione è ben consapevole del ruolo estremamente importante che rivestono le api. La salvaguardia delle api è uno degli obiettivi del governo sloveno e il divieto dell’uso dei pesticidi sul territorio nazionale, in vigore dal 2011, ne è una prova tangibile. In Slovenia si trovano molti circoli di apicoltura, diffusi principalmente nelle campagne, anche se negli ultimi anni stanno crescendo anche le attività urbane. Anche il turismo ha una sua declinazione tutta apistica.

    Importanza delle api

    Un mondo senza api sarebbe decisamente diverso da quello che conosciamo noi. Da oltre 30 milioni di anni, l’azione di impollinazione svolta dalle api permette la riproduzione di moltissime piante, mantenendo così l’equilibrio degli ecosistemi e preservando la biodiversità. Le api sono quindi fondamentali non solo per la sopravvivenza di moltissime specie vegetali, ma anche per noi. Oltre due terzi delle colture di interesse alimentare sono disponibili grazie all’attività di impollinazione delle api. Questi insetti sono quindi fondamentali non solo per la biodiversità, ma svolgono un ruolo attivo nel ripristino delle aree prossime alla desertificazione e nell’assorbimento diretto e indiretto di anidride carbonica. Questi insetti sono fondamentali per la nostra sopravvivenza e per il benessere del pianeta, eppure, proprio a causa dell’impatto negativo che l’uomo e le attività antropiche hanno sull’ambiente, rischiano di scomparire.

    Api in pericolo

    La sempre maggiore attenzione verso la situazione delle api e degli impollinatori è dovuta non solo al fatto che si è sempre più consapevoli della loro importanza, ma anche ai sempre più grandi pericoli che ne minacciano la sopravvivenza. Le api stanno correndo davvero grandi rischi a causa di pesticidi, malattie e cambiamenti climatici. 10 milioni di alveari scomparsi in 10 anni non sono numeri che possiamo ignorare così facilmente. In appena trenta anni, dal 1980 al 2010, la popolazione mondiale di api e vespe si è ridotta quasi del 40%.

    Obiettivi della Giornata mondiale delle api

    La celebrazione della Giornata mondiale delle api si pone quindi diversi obiettivi: attirare l’attenzione della popolazione mondiale e dei politici sull’importanza della protezione delle api, ricordare che dipendiamo dalle api e dagli altri impollinatori, proteggere le api e altri impollinatori per contribuire in modo significativo alla soluzione dei problemi legati all’approvvigionamento alimentare globale e per eliminare la fame nei paesi sviluppati, fermare la perdita di biodiversità e il degrado degli ecosistemi e in questo modo contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile

    ADOTTA UN ALVEARE 3BEE

    Diventa quindi importantissimo fare del nostro meglio per sostenere questi incredibili insetti. Ad oggi, gran parte del lavoro lo svolgono gli apicoltori, che si occupano di proteggere le api da malattie e parassiti e di preservarle da situazioni climatiche avverse. Puoi anche tu dare il tuo contributo decidendo di sostenere una delle realtà apistiche che partecipano al progetto “Adotta un alveare”. Questi apicoltori utilizzano i sistemi di monitoraggio 3Bee per tenere sempre sotto controllo le loro api e per poter intervenire efficacemente solo quando necessario. Tu potrai monitorare direttamente dal tuo telefono la crescita e lo sviluppo del “tuo” alveare e a fine stagione apistica riceverai direttamente a casa tua il miele prodotto! Potrai così gustare il frutto del duro lavoro delle api ed espressione del loro territorio.

    Di Elena Fraccaro19 maggio 2020
    Visualizzazioni1073Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API