3Bee unisce sostenibilità aziendale e biodiversità

    Le aziende sostenibili generano un profitto etico da attività che hanno un impatto positivo sull’ambiente e sulla società. I progetti di CSR di 3Bee rigenerano la biodiversità. Scopri come essere (più) sostenibile e come proteggere la biodiversità coinvolgendo i tuoi dipendenti.
    3Bee unisce sostenibilità aziendale e biodiversità

    PROTEGGIAMO LE API

    bombo su fiore viola

    Cosa si intende per sostenibilità aziendale?

    La sostenibilità aziendale va oltre un impegno green. Avere strategie di tutela ambientale è fondamentale per ogni azienda che voglia orientarsi alla sostenibilità, ma non è sufficiente. Per essere realmente sostenibili è anche necessario tenere in considerazione altri due aspetti: il benessere delle persone e la ricerca di un profitto etico. Essere attenti all’ambiente vuol dire, ad esempio, ripensare i processi produttivi, contenere le emissioni e ridurre lo sfruttamento delle risorse naturali. La sostenibilità sociale è, invece, la capacità di assicurare condizioni di vita e lavoro dignitose e di avere un impatto positivo sulla comunità. Infine, essere economicamente sostenibili non significa non avere scopo di lucro, anzi, ma generare reddito in modo non dannoso per le persone e l’ambiente. Per concludere, ambiente, società ed economia sono i 3 pilastri della sostenibilità che ogni azienda con l’obiettivo di essere sostenibile deve assicurarsi di bilanciare.

    ape su fiore viola

    Presupposti e vantaggi della sostenibilità aziendale

    Il faro della sostenibilità aziendale è l’Agenda 2030, il quadro di riferimento normativo definito nel 2015 dall’ONU che definisce gli impegni globali per affrontare in modo congiunto, tra l’altro, i cambiamenti climatici e la perdita della biodiversità. Il tutto è racchiuso in 17 obiettivi (o SDGs) che tutti – dalle aziende agli enti del settore pubblico – devono impegnarsi a raggiungere entro il 2030. Per le aziende, l’adozione di pratiche sostenibili si traduce, quasi sempre, nel raggiungimento di un vantaggio competitivo. Grazie a tali pratiche le aziende riescono ad ottenere un migliore posizionamento strategico sul mercato, ad essere percepite come “responsabili”, a fidelizzare i clienti e a soddisfare le richieste di nuovi potenziali consumatori, sempre più attenti alla sostenibilità dei prodotti/servizi che comprano/utilizzano e disposti anche a pagare di più per averli. Inoltre, le aziende sostenibili hanno anche maggiore capacità di attrarre e trattenere i talenti migliori.

    Corniolo

    La Responsabilità Sociale (o CSR): a che punto siamo?

    Come detto, la sostenibilità sociale è un pilastro fondamentale della sostenibilità e comprende le pratiche che un’azienda adotta per ottenere benefici per sé e per il contesto in cui opera. Nel 2001, la Commissione Europea ha definito la Responsabilità Sociale delle Imprese (o Corporate Social Responsability – CSR) come “l'integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali e ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate (o stakeholder)”. Il Rapporto dell’Osservatorio Socialis mostra che, nonostante la crisi legate alla pandemia prima e alla guerra poi, in Italia gli investimenti in CSR sono in aumento. Il 96% delle aziende italiane con più di 80 dipendenti crede fortemente nell’impatto e nell’efficacia delle azioni di CSR (erano il 92% nel 2019 e il 44% nel 2001) al punto da aver investito, in media, quasi 300mila euro, per un totale di 2 miliardi e 162 milioni di euro solo nel 2021.

    osmie

    Perché la CSR è importante per la tutela della biodiversità?

    Sempre secondo il Rapporto dell’Osservatorio Socialis, il 50% degli investimenti in CSR riguardano le iniziative per i dipendenti. Le azioni di CSR che le aziende possono intraprendere internamente sono diverse e sono volte a creare un ambiente lavorativo positivo. Promuovere la CSR in azienda vuol dire anche (e soprattutto) coinvolgere i propri dipendenti in progetti dal respiro più ampio che abbracciano tematiche di tutela ambientale. E ciò rispecchia quanto dichiarato da Niccolò Calandri, il CEO di 3Bee: “Ogni azienda che sia sensibile alle questioni ambientali e che voglia potenziare il suo impatto integrando la sostenibilità nelle sue attività avrà risultati migliori coinvolgendo i suoi dipendenti in ciascuna di queste attività”. Ad oggi, è davvero difficile immaginare dei progetti di CSR che non abbiano a cuore la conservazione della biodiversità e, fortunatamente, le aziende sono sempre più propense a coinvolgere i loro dipendenti in tal senso. Vediamo meglio di cosa si tratta.

    arnie

    Qual è la prospettiva di 3Bee sulla sostenibilità aziendale?

    Secondo noi di 3Bee, non può esserci sviluppo sostenibile senza intraprendere reali azioni di tutela della biodiversità. Quindi, è importante che il percorso verso una maggiore sostenibilità aziendale includa anche l’adozione di pratiche di CSR per la protezione e la rigenerazione degli ecosistemi. Grazie alle aziende che hanno aderito ai progetti di 3Bee, oggi monitoriamo 60milioni di api in 1000 alveari. Cosa c’entrano le api con la CSR? Poiché le api e gli altri impollinatori sono la chiave della sopravvivenza del 75% delle colture alimentari e del 90% delle piante selvatiche, è anche dalla loro salvaguardia che bisogna partire per cominciare un cammino verso una maggiore sostenibilità. Come afferma una delle nostre aziende partner: “Le api sono fortemente a rischio per via dei cambiamenti climatici e per l’enorme impatto che le attività umane hanno sull’ambiente. Collaboriamo con 3Bee per proteggere gli impollinatori che svolgono un ruolo vitale nel regolare gli ecosistemi”.

    Academy 3Bee

    Sviluppare e migliorare la CSR con l’Academy 3Bee

    L’Academy di 3Bee nasce dalla convinzione che un’azienda sia, in primis, il riflesso dei suoi dipendenti. Poiché ogni opportunità di condividere i valori aziendali e rendere i dipendenti i veri protagonisti è essenziale, l’Academy ti aiuta a sensibilizzare i tuoi dipendenti e a renderli dei professionisti e dei cittadini consapevoli e capaci di farsi portavoce di un cambiamento positivo e quanto mai necessario. Tutte le attività proposte – tanto formative quanto interattive – mettono al centro la difesa dell’ambiente e il contrasto alla perdita di biodiversità. Per esempio, con l’adozione un bosco, i tuoi dipendenti potranno piantumare degli alberi e passare un’intera giornata nella natura. Scegliendo, invece, l’evento “Apicoltore per un giorno” regalerai loro un’esperienza unica in apiario – in totale sicurezza – da trascorrere a contatto con le api. Non mancherà una degustazione di miele e un aperitivo a tema.

    Di Elena Fraccaro12 gennaio 2023
    Visualizzazioni170Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API