I modelli di business sostenibili per le aziende

    In un contesto di attenzione alla sostenibilità è fondamentale per le aziende adottare modelli di business che permettano di migliorare la reputazione e la posizione competitiva sul mercato. L’obiettivo è crescere economicamente mentre si genera un impatto positivo sull’ambiente e le persone.
    I modelli di business sostenibili per le aziende

    PROTEGGIAMO LE API

    Impresa sostenibile

    Cosa sono i modelli di business sostenibili

    I modelli di business sono detti sostenibili se arricchiscono gli stakeholder e producono/distribuiscono benefici lungo l’intera catena di valore senza andare ad impoverire il capitale umano, economico e naturale su cui poggia il successo dell’azienda. La scelta di adottare questa tipologia di modelli di business permette di incrementare il posizionamento dell’impresa attraverso prestazioni di sostenibilità e alle strategie innovative del business modelling. Integrando la digitalizzazione dei servizi, la responsabilità estesa del produttore con result oriented model e modelli product as a service si riusciranno a cogliere numerosi vantaggi e opportunità commerciali ottenendo ricavi aggiuntivi, accedendo a nuovi mercati e migliorando la reputazione aziendale.

    strategie green

    Perché integrare nuove strategie nell’azienda

    L’opinione pubblica, le istituzioni, i fornitori e gli investitori sono sempre più attenti alle tematiche di sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale d'impresa. La pressione sulle organizzazioni per intraprendere un percorso verso una transizione green di attenzione al territorio e alla società spinge le stesse ad adottare la stakeholder theory. Lo scopo dell’impresa deve essere la soddisfazione delle aspettative degli attori portatori di interessi e per farlo serve affiancare alle vecchie strategie economiche nuovi modelli di business sostenibili. Oggi il termine “responsabilità” è strettamente connesso al concetto di impresa così come quello di “rendicontazione”. In questo contesto occorre ripensare alle iniziative e alle procedure aziendali per creare un percorso di sostenibilità.

    Energia eolica

    Cinque modelli di business da seguire

    Tutti i modelli di business sostenibili prevedono una metodologia strategica rivolta alla sostenibilità che sia innovativa e personalizzata. Le iniziative devono essere fissate su obiettivi di lungo periodo che prendano in considerazione l’impatto positivo da generare per la società e l’ambiente oltre che per la stessa organizzazione. Se l’impresa vuole strutturarsi tramite un approccio incentrato sul benessere delle persone e sui territori di appartenenza dovrà scegliere il Well-being Business model. Volendo adottare la sostenibilità ambientale e il rispetto dei meccanismi di regolazione dell’ecosistema il modello da adottare è il Green & Circular Business model. Questo permette di seguire le indicazioni normative e i vari programmi istituzionali come il Green Deal Europeo.

    Energia solare

    Le alternative per le imprese

    Un terzo modello di business è il Fair-trade business model che si fonda sull’etica, la sostenibilità, le partnership innovative strategiche volte a promuovere l’innovazione sociale e ambientale nonché lo sviluppo sostenibile. 3Bee si presenta come un partner ideale per la protezione del territorio avendo sviluppato tecnologie uniche per difendere la biodiversità. Tra i più avanzati modelli di business sostenibile c’è, poi, il Social need business model. Consente alle imprese di creare prodotti, modelli e servizi che rispondano in modo efficace ai bisogni sociali. Infine le organizzazioni possono scegliere il Society intimacy business model se l’intento è dare priorità alla relazione con il territorio e la comunità di appartenenza. Si sceglie di promuovere attivamente una cultura aziendale basata sulla sostenibilità ambientale e sociale.

    Tutela del pianeta

    Le tre P della sostenibilità

    Per essere sostenibile un modello di business deve tener conto delle tre P ossia profitto, persone e pianeta. Tre principi da seguire per creare strategie che permettano di avere successo e dimostrare la propria attenzione alla sostenibilità. Il profitto fa riferimento all’orientamento economico delle organizzazioni che deve promuovere uno sviluppo sostenibile in linea con le direttive europee per rinnovarsi e rimanere competitive sul mercato. La seconda P fa riferimento agli effetti delle attività aziendali nel contesto sociale in cui si opera. Contesto che coinvolge tanti attori, dai dipendenti ai fornitori fino agli investitori. Arriviamo alla terza P, il pianeta ossia il principio della tutela dell’ambiente, degli ecosistemi e della biodiversità. I piani dell’impresa devono puntare in direzione della sostenibilità mettendo realmente in atto azioni volte a difendere il pianeta.

    Ambiente e sostenibilità

    Modelli di business e criteri ESG

    L’impresa che intende sostenere una visione a lungo termine ha necessità di considerare l’impatto dei fattori ESG, Environmental, Social e Governance. Tre criteri che permettono di qualificare un’attività come sostenibile. “E” per valutare il comportamento dell’azienda verso l’ambiente. “S” per esaminare l’impatto sociale dell’organizzazione e la relazione con il territorio e gli stakeholder. “G” per la gestione aziendale ispirata ai principi etici e alle buone pratiche. Un modello di business sostenibile consente alle imprese di agire in modo concreto in direzione della sostenibilità nelle tre suddette dimensioni, ambientale, sociale e di governance.

    Sviluppo sostenibile

    L’importanza di investire in ambito ESG

    Le imprese che puntano al successo devono costruire un modello di business in chiave ESG. Dato che sono chiamate alla transizione green le organizzazioni devono integrare la sostenibilità nelle loro attività e nella governance nonché raccogliere gli obiettivi di sviluppo sostenibile in ogni funzione aziendale. E devono anche accettare una trasformazione degli aspetti legati all’operatività dell’impresa. Dall’offerta dei servizi e dei prodotti alla gestione della catena di fornitura fino alla scelta e all’utilizzo delle materie prime. Cambiamenti necessari per dimostrare di aver abbracciato realmente la sostenibilità e per migliorare l’impatto sull’ambiente. Occorre rendicontare in modo chiaro e trasparente il proprio operato agli stakeholder.

    Energia rinnovabile

    I benefici per l’azienda

    Integrare i temi ESG nel modello di business aziendale significa ottenere diversi benefici. Legittimare l’operato aziendale coinvolgendo attivamente gli stakeholder, migliorare la capacità di attrarre giovani talenti e fidelizzare i dipendenti chiave, facilitare l’accesso al mercato del credito, aumentare il rating ESG e sviluppare una filiera responsabile e sostenibile. In più si migliorerà la gestione dei rischi e dei problemi nonché dei costi e delle risorse a disposizione e si avrà un netto miglioramento della reputazione aziendale. Sempre più investitori premiano, infatti, le organizzazioni che si impegnano ad integrare i principi ambientali, sociali e di governance nelle decisioni aziendali. Allo stesso tempo i consumatori apprezzano le imprese che adottano comportamenti con effetti positivi sul territorio e le persone.

    Flora

    Modelli di business ed economia circolare

    L’adozione di nuovi modelli di business sostenibili può sembrare una possibilità per le imprese ma in realtà è un’esigenza da soddisfare il prima possibile. L’opportunità è un elemento chiave, infatti, del Green Deal europeo che mira a far diventare l’Europa il primo continente ad impatto climatico zero entro il 2050 e della European Environmental Agency con il traguardo della riduzione delle emissioni entro il 2030. Con i modelli di business sostenibili si può facilitare la transizione all’economia circolare, una tematica prioritaria in Europa. Le aziende, ma anche gli Stati membri UE, devono comprendere quali interventi mettere in atto per diventare più circolari sia dal punto di vista economico che ambientale.

    Impollinatori

    Un cambiamento per l’ambiente

    Il contesto attuale richiede alle aziende di iniziare a trasformare il proprio modello di business per generare un impatto ambientale e sociale positivo e utilizzare strategie mirate per il coinvolgimento degli stakeholder in modo da confermare la propria posizione competitiva sul mercato. Per fare sostenibilità aziendale occorre conciliare i tre aspetti del modo di fare business - ambiente, società e governance – e ridurre gli impatti sul territorio. Per rispondere in modo concreto e dinamico alle esigenze di mercato 3Bee ha creato l'Oasi della CSR, il network dei professionisti della sostenibilità. Una community esclusiva di professionisti della sostenibilità uniti da un obiettivo comune: formazione continua ESG e condivisione di best practice ed esperienze nel campo della sostenibilità. Un vero e proprio Hub della sostenibilità per le imprese, ideato per offrire supporto concreto, quotidiano e continuativo, grazie al team tecnico di 3Bee.

    Articolo a cura di Valentina Trogu

    Di Elena Fraccaro30 gennaio 2024
    Visualizzazioni89Visualizzazioni
    Condividi

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti

    Cosa sono i modelli di business sostenibili?

    I modelli di business sono detti sostenibili se arricchiscono gli stakeholder e producono/distribuiscono benefici lungo l’intera catena di valore senza andare ad impoverire il capitale umano, economico e naturale su cui poggia il successo dell’azienda. La scelta di adottare questa tipologia di modelli di business permette di incrementare il posizionamento dell’impresa attraverso prestazioni di sostenibilità e alle strategie innovative del business modelling. Integrando la digitalizzazione dei servizi, la responsabilità estesa del produttore con result oriented model e modelli product as a service si riusciranno a cogliere numerosi vantaggi e opportunità commerciali ottenendo ricavi aggiuntivi, accedendo a nuovi mercati e migliorando la reputazione aziendale.

    Quali sono le tre P della sostenibilità?

    Per essere sostenibile un modello di business deve tener conto delle tre P ossia profitto, persone e pianeta. Tre principi da seguire per creare strategie che permettano di avere successo e dimostrare la propria attenzione alla sostenibilità. Il profitto fa riferimento all’orientamento economico delle organizzazioni che deve promuovere uno sviluppo sostenibile in linea con le direttive europee per rinnovarsi e rimanere competitive sul mercato. La seconda P fa riferimento agli effetti delle attività aziendali nel contesto sociale in cui si opera. Contesto che coinvolge tanti attori, dai dipendenti ai fornitori fino agli investitori. Arriviamo alla terza P, il pianeta ossia il principio della tutela dell’ambiente, degli ecosistemi e della biodiversità. I piani dell’impresa devono puntare in direzione della sostenibilità mettendo realmente in atto azioni volte a difendere il pianeta.

    Perché è importante investire in ambito ESG?

    Le imprese che puntano al successo devono costruire un modello di business in chiave ESG. Dato che sono chiamate alla transizione green le organizzazioni devono integrare la sostenibilità nelle loro attività e nella governance nonché raccogliere gli obiettivi di sviluppo sostenibile in ogni funzione aziendale. E devono anche accettare una trasformazione degli aspetti legati all’operatività dell’impresa. Dall’offerta dei servizi e dei prodotti alla gestione della catena di fornitura fino alla scelta e all’utilizzo delle materie prime. Cambiamenti necessari per dimostrare di aver abbracciato realmente la sostenibilità e per migliorare l’impatto sull’ambiente. Occorre rendicontare in modo chiaro e trasparente il proprio operato agli stakeholder.

    Quali sono i benefici per le aziende?

    Integrare i temi ESG nel modello di business aziendale significa ottenere diversi benefici. Legittimare l’operato aziendale coinvolgendo attivamente gli stakeholder, migliorare la capacità di attrarre giovani talenti e fidelizzare i dipendenti chiave, facilitare l’accesso al mercato del credito, aumentare il rating ESG e sviluppare una filiera responsabile e sostenibile. In più si migliorerà la gestione dei rischi e dei problemi nonché dei costi e delle risorse a disposizione e si avrà un netto miglioramento della reputazione aziendale. Sempre più investitori premiano, infatti, le organizzazioni che si impegnano ad integrare i principi ambientali, sociali e di governance nelle decisioni aziendali. Allo stesso tempo i consumatori apprezzano le imprese che adottano comportamenti con effetti positivi sul territorio e le persone.

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API