Apicoltura spaziale: l'evento per gli apicoltori di 3Bee

    É stato un piacere ospitare alcuni dei nostri apicoltori 3Bee e condividere consigli ed esperienze. Se non hai potuto partecipare di persona puoi sempre recuperare la diretta sul nostro profilo Facebook "3Bee"
    Apicoltura spaziale: l'evento per gli apicoltori di 3Bee

    PROTEGGIAMO LE API

    apicoltura spaziale

    Apicoltura spaziale: rendere gli apicoltori protagonisti

    Sabato 19 Novembre è stata una giornata speciale per gli apicoltori che fanno parte del nostro network. L’evento “Apicoltura Spaziale” ha preso vita a Milano nello spazio espositivo “Hive”, del Mind Innovation District. Un luogo speciale perché richiama proprio le cellette di un alveare. Abbiamo deciso di organizzare questo evento completamente dedicato agli apicoltori e ai coltivatori di biodiversità con lo scopo principale di aiutarli nelle loro attività. Abbiamo riportato esperienze e nuove visioni del settore apistico; una sinergia tra esperti del mondo delle api e biodiversità. L'evento è interamente disponibile sulla nostra pagina Facebook.

    MyPolly

    Progetti sociali: Mypolly e Andirivieni

    La prima parte della giornata è stata dedicata a fornire agli apicoltori degli esempi concreti riguardo ai progetti sociali che possono intraprendere sfruttando la loro attività. Per l’occasione abbiamo invitato la Cooperativa Andirivieni che si occupa di educare a livello professionale e quindi di integrare persone in difficoltà, ad esempio con disabilità fisiche o mentali. Con questo scopo è nata MyPolly, una casa per le api solitarie (o selvatiche), anch’essa bisognose di protezione. Attraverso la costruzione di questi Bug Hotel le persone con disabilità lieve (spettro autistico, ritardo mentale breve) hanno potuto lavorare e maturare una propria indipendenza, oltre a mettersi in gioco per la salvaguardia della natura. L’associazione accoglie anche cittadini in diverse situazioni di disagio, ad esempio famigliare o economico, e sceglie per loro dei mestieri pratici, così da farli sentire finalmente utili (apicoltura, agricoltura, viticoltura).

    apididattica

    Api e didattica: APES

    Una grande opportunità per ogni apicoltore può essere iniziare a raccontare il proprio lavoro ed educare, bambini ed adulti, sull'importantissimo mondo degli impollinatori. Ariele Muzzarelli, apicoltrice dal 2015 ha condiviso la sua esperienza nell’apididattica. Fondatrice dell’apicoltura Apes, ha deciso di superare i propri limiti per trasmettere la passione alla base del suo lavoro, insegnare in cosa consiste, perché sono importanti le api e cosa si può fare per proteggerle. Ariele ha dato numerosi consigli su come comunicare le proprie conoscenze, quali materiali utilizzare e come svolgere le attività didattiche in base al target di destinazione. Un esempio fornito è stato l’evento organizzato per Iren, in cui i bambini hanno scoperto il mondo degli impollinatori e si sono cimentati nella creazione di semplici origami a forma di ape.

    3Bee a world with Bees

    Social Media for Bee-ginners

    La nostra Brand Manager Marta Toppan, che dal principio di 3Bee ha lavorato a stretto contatto con gli apicoltori del network, ha esposto ed esaltato il potere comunicativo che ogni apicoltore potrebbe sfruttare utilizzando, ad esempio, i Social Media. La collaborazione tra 3Bee, apicoltori e aziende si basa proprio sul bisogno di quest’ultime di fare sostenibilità e di comunicare il progetto dedicato. Per noi di 3Bee comunicare l’apicoltura significa parlare del reale lavoro che comporta, dire la verità raccontando le storie degli apicoltori e le tempistiche del mestiere. Sono proprio questi aspetti che rendono affascinante il nostro mondo. Per questo essere presenti sui social media con la propria apicoltura è un grande vantaggio.

    ape che esce da alveare

    Come utilizzarli a proprio vantaggio

    É importante non cadere in una comunicazione errata, essere presenti sui social in maniera asettica e senza portare reali contenuti. Anche in questo caso il segreto è proprio uscire dalla zona di comfort. Un consiglio è ad esempio provare nuove piattaforme oltre a Facebook, come Instagram e TikTok. Bisogna trasmettere la passione e l’unicità della propria apicoltura attraverso dei contenuti pensati per far sì che la gente che li guarda decida di sostenere l'attività. Un esempio può essere fare domande per capire cosa vogliono o cosa preferiscono i vostri clienti reali e potenziali, interagire. Fondamentale inoltre la pianificazione dei contenuti, finché non diventerà una routine. Un ultimo consiglio pratico è che se si sceglie di creare profili su diversi social bisogna utilizzare sempre lo stesso nome, così da non creare confusione. E’ il momento di mettersi in gioco!

    Di Elena Fraccaro23 dicembre 2022
    Visualizzazioni155Visualizzazioni
    Condividi

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API