3Bee sostiene la Nature Restoration Law

    Combattere il cambiamento climatico e tutelare la biodiversità è cruciale, anche per le istituzioni. Un'iniziativa di rilievo è il Green Deal dell'UE, una roadmap completa per una crescita sostenibile. Oggi l'UE vota per la Nature Restoration Law, volta a ripristinare gli habitat naturali europei.
    3Bee sostiene la Nature Restoration Law

    PROTEGGIAMO LE API

    nature restoration law 3Bee

    Comprendere la Nature Restoration Law

    La Nature Restoration Law è una proposta storica della Commissione Europea per affrontare la perdita di biodiversità e ripristinare gli ecosistemi degradati nei suoi Stati membri. La volontà è di stabilire obiettivi vincolanti per il ripristino della natura, come la riforestazione, il ripristino delle zone umide e la creazione di habitat per la fauna selvatica. In particolare, la legge mira a ripristinare almeno il 20% della terra e del mare dell'UE entro il 2030 e tutti gli ecosistemi che necessitano di ripristino entro il 2050. La legge si allinea al più ampio Green Deal dell'UE, un quadro politico trasformativo progettato per rendere l'Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050. Definito da Ursula von der Leyen come un passo storico per l’Europa, paragonabile allo sbarco sulla luna, il Green Deal comprende varie iniziative e strategie per combattere il cambiamento climatico, promuovere l'agricoltura sostenibile e garantire un ambiente più pulito e più sano.

    biodiversità 3Bee

    Una legge di monumentale importanza per l'ambiente

    La Nature Restoration Law ha un significato molto importante per l'ambiente, in quanto riconosce l'urgente necessità di proteggere e ripristinare gli ecosistemi che sono essenziali per mantenere la biodiversità, regolare il clima e sostenere il benessere umano. Secondo la Commissione Europea, la natura dell'UE è in allarmante declino, con oltre l'80% degli habitat in cattivo o pessimo stato di conservazione. Dal 1970 le zone umide si sono ridotte del 50% in Europa occidentale, centrale e orientale. Fino al 70% dei suoli dell'UE è in condizioni malsane. Una specie di api e farfalle su tre nell'UE è in declino e una su dieci è sull'orlo dell'estinzione. Stabilendo obiettivi vincolanti e attuando misure di ripristino, questa proposta di legge fornisce una chiara tabella di marcia per invertire il degrado degli ecosistemi e preservare il nostro patrimonio naturale per le generazioni future.

    appennino 3Bee

    Il successo del ripristino della natura in Italia

    L’obiettivo del progetto FAGUS era di garantire la conservazione a lungo termine degli habitat delle faggete degli Appennini, in particolare nei Parchi Nazionali del Cilento e Vallo di Diano e del Gran Sasso-Laga. Attraverso una gestione sostenibile degli habitat, sono state implementate azioni concrete per aumentare la diversità biologica e promuovere la consapevolezza degli stakeholder sul valore dei boschi gestiti in modo sostenibile. Il progetto ha permesso di recuperare la produzione di legname preservando la biodiversità e promuovendo pratiche di gestione forestale sostenibile. In questo contesto, 3Bee ha lavorato nell'ultimo anno alla creazione del più grande corridoio ecologico d'Europa, monitorato grazie alle nostre tecnologie. In questo modo abbiamo creato oasi di biodiversità urbana e agroforestale, che fungono da rifugi per impollinatori, flora autoctona e luoghi certificati con impatti tracciabili.

    Beenergy 3Bee

    Nature Restoration Law e Energie Rinnovabili

    I critici sostengono che la legge sul ripristino della natura ostacolerà la diffusione delle energie rinnovabili in Europa. Tuttavia, le principali organizzazioni del settore, come SolarPower Europe e WindEurope, hanno affermato la compatibilità tra la generazione di energia rinnovabile e il ripristino della natura. Essi sottolineano che i progetti solari ed eolici possono andare di pari passo con la rigenerazione degli ecosistemi, la creazione di habitat per la fauna selvatica e il miglioramento della qualità dell'acqua e del suolo. 3Bee sostiene e amplifica questo pensiero, riconoscendo i vantaggi reciproci delle energie rinnovabili e della conservazione della natura. Le esperienze positive nell'implementazione di progetti innovativi di agrivoltaico che mitigano l'impatto ambientale dei parchi fotovoltaici (PV) ed eolici (Beenergy) convalidano ulteriormente la compatibilità delle energie rinnovabili con la tutela della biodiversità.

    3Bee economia nature restoration law

    Questa legge danneggia l'economia? Al contrario, la promuove

    La Nature Restoration Law apporta benefici all'ambiente, ma non solo: ha anche un notevole potenziale economico. Ricostruire i danni causati alla natura europea entro il 2050 è fondamentale per l'economia, considerando la misura in cui le attività economiche si basano sulle risorse naturali. L'attuazione di politiche positive per la natura, come previsto dalla legge, ha il potenziale per generare un valore economico significativo. Secondo le analisi, tali politiche potrebbero creare un valore annuo stimato di 10.000 miliardi di dollari e generare 395 milioni di posti di lavoro entro il 2030. Gli amministratori delegati e i dirigenti di 50 aziende, tra cui CNP Assurance, H&M Group, IKEA, L'Occitane en Provence, Legal and General Investment Management, Nestlé, Novozymes, Salesforce, Triodos Bank, Unilever e Velux, hanno espresso il loro sostegno al mantenimento e al rafforzamento della legislazione ambientale, riconoscendo l'interdipendenza tra natura e benessere economico.

    Niccolò Calandri CEO 3Bee

    Il sostegno di 3Bee alla Nature Restoration Law

    In linea con il suo impegno per la tutela dell’ambiente, 3Bee sostiene fermamente la Nature Restoration Law. Il nostro CEO Niccolò Calandri afferma: "Oggi si decide il futuro della Natura: l'Europa vota per la Nature Restoration Law. Votare contro questa legge significa voltare le spalle alla lotta in corso contro il cambiamento climatico. Significa giustificare tacitamente i devastanti effetti delle alluvioni e delle loro vittime. Votare contro la Nature Restoration Law è un voto a favore della siccità e della crisi idrica che stanno colpendo il nostro continente oggi. 3Bee è la prima azienda del settore attiva nella tutela della biodiversità in linea con la Nature Restoration Law. Che la legge venga approvata o meno, continueremo a fare proprio questo."

    Di Elena Fraccaro15 giugno 2023
    Visualizzazioni160Visualizzazioni
    Condividi

    Domande Frequenti

    Hai dei dubbi o altre curiosità su questo articolo? Qui troverai spunti

    Che cos'è la Nature Restoration Law?

    La Nature Restoration Law è una proposta storica della Commissione Europea per affrontare la perdita di biodiversità e ripristinare gli ecosistemi degradati nei suoi Stati membri. La volontà è di stabilire obiettivi vincolanti per il ripristino della natura, come la riforestazione, il ripristino delle zone umide e la creazione di habitat per la fauna selvatica. In particolare, la legge mira a ripristinare almeno il 20% della terra e del mare dell'UE entro il 2030 e tutti gli ecosistemi che necessitano di ripristino entro il 2050. La legge si allinea al più ampio Green Deal dell'UE, un quadro politico trasformativo progettato per rendere l'Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050.

    Cosa significa la Nature Restoration Law per l'ambiente?

    La Nature Restoration Law ha un significato molto importante per l'ambiente, in quanto riconosce l'urgente necessità di proteggere e ripristinare gli ecosistemi che sono essenziali per mantenere la biodiversità, regolare il clima e sostenere il benessere umano. Secondo la Commissione Europea, la natura dell'UE è in allarmante declino, con oltre l'80% degli habitat in cattivo o pessimo stato di conservazione. Dal 1970 le zone umide si sono ridotte del 50% in Europa occidentale, centrale e orientale. Fino al 70% dei suoli dell'UE è in condizioni malsane. Una specie di api e farfalle su tre nell'UE è in declino e una su dieci è sull'orlo dell'estinzione. Stabilendo obiettivi vincolanti e attuando misure di ripristino, questa proposta di legge fornisce una chiara tabella di marcia per invertire il degrado degli ecosistemi e preservare il nostro patrimonio naturale per le generazioni future.

    In cosa consiste il progetto FAGUS?

    L’obiettivo del progetto FAGUS era di garantire la conservazione a lungo termine degli habitat delle faggete degli Appennini, in particolare nei Parchi Nazionali del Cilento e Vallo di Diano e del Gran Sasso-Laga. Attraverso una gestione sostenibile degli habitat, sono state implementate azioni concrete per aumentare la diversità biologica e promuovere la consapevolezza degli stakeholder sul valore dei boschi gestiti in modo sostenibile. Il progetto ha permesso di recuperare la produzione di legname preservando la biodiversità e promuovendo pratiche di gestione forestale sostenibile. In questo contesto, 3Bee ha lavorato nell'ultimo anno alla creazione del più grande corridoio ecologico d'Europa, monitorato grazie alle nostre tecnologie. In questo modo abbiamo creato oasi di biodiversità urbana e agroforestale, che fungono da rifugi per impollinatori, flora autoctona e luoghi certificati con impatti tracciabili.

    Quali sono i benefici della Nature Restoration Law?

    La Nature Restoration Law apporta benefici all'ambiente, ma non solo: ha anche un notevole potenziale economico. Ricostruire i danni causati alla natura europea entro il 2050 è fondamentale per l'economia, considerando la misura in cui le attività economiche si basano sulle risorse naturali. L'attuazione di politiche positive per la natura, come previsto dalla legge, ha il potenziale per generare un valore economico significativo. Secondo le analisi, tali politiche potrebbero creare un valore annuo stimato di 10.000 miliardi di dollari e generare 395 milioni di posti di lavoro entro il 2030. Gli amministratori delegati e i dirigenti di 50 aziende, tra cui CNP Assurance, H&M Group, IKEA, L'Occitane en Provence, Legal and General Investment Management, Nestlé, Novozymes, Salesforce, Triodos Bank, Unilever e Velux, hanno espresso il loro sostegno al mantenimento e al rafforzamento della legislazione ambientale, riconoscendo l'interdipendenza tra natura e benessere economico.

    Gli ultimi articoli

    PROTEGGIAMO LE API